Cannes: Moretti, Sorrentino e Garrone in concorso sulla croisette

0
682
"Mia madre" di Nanni Moretti
“Mia madre” di Nanni Moretti

Di Andrea Festuccia

Moretti, Sorrentino e Garrone in concorso sulla croisette

Sono “Mia Madre” di Nanni Moretti, “Youth – La Giovinezza” di Paolo Sorrentino e “Tale of Tales – Il Racconto dei racconti” di Matteo Garrone i tre film selezionati per partecipare in concorso a Cannes 2015: un grande risultato per il cinema italiano.

Non accadeva da 20 anni. Tre italiani in concorso a Cannes (e se non altro – vedi la qualità dei tre nomi in gara –  la matematica induce a sperare in un premio) per quello che si preannuncia come un maggio cinematografico  da seguire con una particolare vena patriottica. E i nostri tre registi costituiscono peraltro una pattuglia “compatta”, come testimoniato dal comunicato congiunto diffuso in questi giorni: “Siamo felici e orgogliosi di rappresentare l’Italia in concorso al prossimo Festival di Cannes. Siamo consapevoli che è una grande occasione per noi e per tutto il cinema italiano. I nostri film, ognuno a suo modo, cercano di avere uno sguardo personale sulla realtà e sul cinema; ci auguriamo che la nostra presenza a Cannes possa essere uno stimolo per tanti altri registi italiani che cercano strade meno ovvie e convenzionali“.

"The Youth" di Paolo Sorrentino
“Youth” di Paolo Sorrentino

Ma di cosa parlano i film dei nostri tre registi? “Mia madre” di Nanni Moretti vede come protagonista una regista (Margherita Buy) in crisi, divisa fra un lavoro ad un film difficile e la presenza al capezzale della madre malata (la grande attrice di teatro Giulia Lazzarini). “Tale of Tales – il racconto dei racconti” di Matteo Garrone è ispirato al “Cunto de li cunti” di Giambattista Basile, grande autore napoletano di fiabe  del 1600 e racconta raccontato attraverso la storia di tre regni e dei loro rispettivi sovrani. Nel cast Salma Hayek, Vincent Cassel, John C. Reilly, Toby Jones e Alba Rohrwacher. “Youth – La giovinezza” di Paolo Sorrentino racconta la storia di due amici, Fred – un compositore e direttore d’orchestra – e Mick – un regista, entrambi sugli 80 anni, che si incontrano in vacanza in un albergo sulle Alpi: insieme rifletteranno sul tempo passato e futuro, in uno scenario in cui si muovono anche i loro figli e i clienti dell’hotel. Anche qui un “super-cast”: Michael Caine, Harvey Keitel, Rachel Weisz, Paul Dano, Jane Fonda.

"Mia madre" di Nanni Moretti
“Mia madre” di Nanni Moretti

Ecco comunque tutti i titoli in concorso nella selezione ufficiale a Cannes: “Dheepan” di Jacques Audiard; “La loi du marché” di Stéphane Brizé; “Marguerite et Julien” di Valérie Donzelli; “Tale of Tales” di Matteo Garrone; “Carol” di Todd Haynes; “Nie Yinniang” di Hou Hsiao Hsien; “Shan He Gu Ren” di Jia Zhang-Ke; “Umimachi Diary” di Kore Eda Hirokazu; “Macbeth” di Justin Kurzel; “The Lobster” di Yorgos Lanthimos; “Mon Roi” di Maïwenn; “Mia Madre” di Nanni Moretti; “Saul Fia” di László Nemes; “Youth” di Paolo Sorrentino; “Louder than bombs” di Joachim Trier; “The sea of trees” di Gus van Sant; “Sicario” di Denis Villeneuve. Insomma, pronti ai nastri di partenza, e vediamo chi conquisterà l’ambita palma d’oro