Be Beauty, Be Strong

0
587

be beauty be strong

 Di Isabella Bellitto

La mostra che unisce per creare la perfezione

Definire l’arte è un pò come spiegare l’amore, significherebbe sottrarre qualcosa alla perfezione. E ciò che è perfetto non ha bisogno di spiegazioni.

L’arte è un viaggio tra le riflessioni, i pensieri, i tempi, le città e i paesi; allora perché non unire anche il metro per poter effettuare questo viaggio?

Sabato 23 gennaio è stata inaugurata l’esposizione “Be beauty, be strong”, presso Mirafiori Galerie in Piazza Riccardo Cattaneo di Torino. Due mondi ben distinti: da una parte la bellezza delle terre delle Langhe divenute recentemente Patrimonio dell’Unesco e dall’altra i leggendari marchi americani  Jeep® e Harley-Davidson. In questa mostra l’arte crea la sua magia unendo due realtà opposte tra loro per creare una bellezza unica e fuori dalle righe. L’associazione “Metti in moto la vita ONLUS”, legata all’hag Harley-Davidson della città di Alba, grazie al presidente Bruno Bongiovanni, ha portato all’evento artisti, fotografi come Bruno Murialdo, scultori, disegnatori con il caffè e il vino, artisti dell’handamade e creatori di profumi di profumi che sapessero esprimere la bellezza e la forza dei motori nelle Langhe; nomi quali Fabio Pertosa, Giorgio Racca, Cesare Giaccone, Gianfranco Avallone, Diego Schiappapietra, Rita Barbero, Danilo Quazzolo, Fulvio Silvestri, Davide Nadalin, Giovanni Botta, Ponch, Ira, Paola Berardi, Mattia Gligora, Angelo Bordino, Giorgia Necade, Cinzia Grande e i ragazzi del Liceo Artistico Albese Pinot Gallizio.

Ha contribuito all’evento anche il poeta Vegas de Laroja che ha definito la mostra “un viaggio con l’anima per emozionarsi grazie al tratto di una matita o davanti ai colori di un paesaggio fotografato. E apprezzare e valorizzare ciò che viviamo quotidianamente attraverso occhi diversi”.

La mostra, ad ingresso libero, terminerà il 21 febbraio per ancorare nel periodo di Pasqua in una prestigiosa cantina delle Langhe, infine ad Alba nel periodo del Vinum.

Perché consigliare di vederla? Perché come disse Thomas Merton “ L’arte ci consente di trovare noi stessi e di perdere noi stessi nello stesso momento”.