La Russia fotografica

0
759

Rodchenko

Di Isabella Bellitto

“Aleksandr Rodčenko”- La Mostra

Abbiamo avuto il piacere di parlare di una mostra a Lugano la scorsa settimana e anche questa volta torniamo al Museo d’Arte della Svizzera Italiana nella sede del LAC a Lugano per presentare la mostra che avrà inizio il 28 febbraio per terminare l’8 maggio.

Aleksandr Rodčenko” uno dei più noti esponenti dell’avanguardia russa e degli artisti più influenti del ventesimo secolo, raccontato attraverso oltre trecento opere, fotografie, fotomontaggi, collage, stampe offset e costruzioni spaziali.

Le opere in esposizione sono state selezionate da Olga Sviblova, una delle massime esperte di fotografia e arte delle avanguardie sovietiche e direttrice del Multimedia Art Museum di Mosca e curatrice del Padiglione Russo alla biennale di Venezia del 2009.

La mostra è dedicata alla città di Mosca raccontata dal primo ventennio del Novecento, per parlare di architettura, attività ginniche e parate sportive, prodotti d’industria e lavoro fotografico di stampo giornalistico che negli anni Trenta ha celebrato il regime stalinista.

Un omaggio anche ai tempi che cambiano, racconti per immagini dedicate a ginnasti e alle parate raffiguranti uomini e donne che incarnano lo spirito dei nuovi tempi, gesti atletici che manifestano una nuova coesione sociale. Scatti in cui riflettere sulle imprese costose e inutili, esempio la costruzione del canale tra il Mar Baltico e il Mar Bianco.

Il percorso espositivo termina con le “Costruzioni Spaziali”, sculture ideate tra il 1920 e 1921 fra le prime espressioni dell’estetica costruttivista.

Una mostra che arricchisce personalmente ma non solo; uno sguardo alla storia, alla Russia, ai sentimenti, alla ripresa e alla conoscenza della modernità. Una mostra da non perdere!