Addio Bud Spencer

1
435

Bud Spencer

Di Claudia Brizzi

Addio Bud Spencer

Il gigante buono degli “spaghetti western” ci lascia per sempre.

L’attore e atleta italiano Carlo Pedersoli meglio conosciuto come Bud Spencer è morto lunedì 27 giungo all’età di 86 anni. A confermare la scomparsa del famoso attore è stato il figlio Giuseppe Pedersoli, annunciando: “Papà è volato via serenamente alle 18.15. Non ha sofferto, aveva tutti noi accanto e la sua ultima parola è stata ‘grazie”.

Nato a Napoli il 31 ottobre 1929, divenne famoso negli anni ’70 per aver recitato in numerosi film accanto al suo amico e collega di sempre Mario Girotti conosciuto con il nome di Terence Hill.

Un grande atleta e un attore molto amato dal pubblico italiano e internazionale. Prima di recitare fu un importante nuotatore e pallanuotista, e partecipò alle Olimpiadi del 1952, del 1956 e del 1960. Proprio in quegli anni cominciò la sua carriera nel mondo del cinema, debuttando come comparsa nel film hollywoodiano Quo Vadis?.

Negli anni ’60 dopo aver lavorato per nove mesi in Sudamerica, tornò a Roma per partecipare alla sua ultima Olimpiade e sposò Maria Amato, figlia del produttore Peppino Amato, e conobbe anche il regista Giuseppe Colizzi che gli offrì una parte in Dio perdona…io no! il primo film al fianco di Terence Hill. Fu in quell’occasione che il regista consigliò ad entrambi di cambiare i loro nomi considerati troppo italiani.

Spencer e Hill girarono insieme ben 18 film, tra i più famosi ricordiamo Lo chiamavano Trinità di E.B. Clucher, Più forte ragazzi (1972), Altrimenti ci arrabbiamo (1974), Porgi l’altra guancia (1974) e la serie indimenticabile degli “Spaghetti western”. Pedersoli recitò anche per Dario Argento in 4 mosche di velluto grigio (1971), nel film Torino nera di Carlo Lizzani e in numerose serie televisive italiane negli anni ’90. Il 7 maggio 2007 vinse il David di Donatello alla carriera insieme al suo inseparabile compagno di avventure.

“Nella mia vita ho fatto di tutto ma proprio di tutto. Solo due cose non ho potuto fare: il ballerino classico e il fantino”, dichiarò Spencer che nel corso della sua carriera scrisse anche tre libri, l’ultimo pubblicato nel 2014 intitolato Mangio ergo sum.

Comments are closed.