Café Society: il nuovo film di Woody Allen

1
573

Woody Allen

Di Claudia Brizzi

Café Society: il nuovo film di Woody Allen

Il regista torna con l’esilarante commedia romantica ambientata negli anni ’30

“Anyonewhoisanyone” questa le parole che il famoso Woody Allen ha scelto di inserire proprio sulla locandina ufficiale del suo prossimo lavoro. Café Society è il titolo del primo film girato in digitale dal regista. Presentato nella categoria Fuori Concorso, Café Society apre le danze della 69esima edizione del Festival di Cannes e arriverà nelle sale cinematografiche italiane il 29 settembre 2016.

“All’inizio avevo pensato di raccontare questa storia in un romanzo, ma poi ho deciso di prestare la mia voce e di raccontarlo io stesso”, ha spiegato Woody Allen lo scorso maggio a Cannes.

Ad un anno di distanza dall’irriverente Irrational Man, il regista statunitense torna sul grande schermo con una commedia romantica che racconta le vicende di due giovani alle prese con scelte amorose apparentemente non facili. Attraverso le storie di una varietà di personaggi, dalle star del cinema ai milionari, dai playboy ai professori, dalle donne di strada ai bravi ragazzi, Allen ci porta indietro nel tempo, precisamente nei favolosi anni ’30, tra New York e Hollywood con un cast stellar di cui fanno parte attori del calibro di : JeannieBerlin, Steve Carell, JesseEisenberg, Blake Lively, Parker Posey, Kristen Stewart, CoreyStoll e Ken Stott.

Il giovane protagonista Bobby (Jesse Eisenberg) decide di lasciare New York, dove lavorava nella gioielleria del padre, per trovare fortuna a Los Angeles, nel mondo dello spettacolo, in cui spera di entrare grazie ad uno zio ricco e potente (Steve Carell), magnate dell’Alta Società hollywoodiana. Ad attenderlo, inaspettatamente, ci sarà il colpo di fulmine per Vonnie (Kristen Stewart), la segretaria dello zio che, tuttavia, al momento del loro incontro, ha una relazione con un uomo maturo e sposato.

Bobby, dopo aver scoperto alcune spiacevoli verità,  torna a casa dalla sua famiglia dove comincia a gestire un locale di successo con l’aiuto di suo fratello legato alla malavita. Qui, conosce l’affascinante Veronica (Blake Lively) che presto diventerà sua moglie nonostante il suo cuore appartenga ancora a Vonnie. Un inaspettato viaggio della giovane segretaria a New York rimetterà tutto in discussione mettendo a dura prova i sentimenti di entrambi.

All’interno dell’esilarante pellicola ritroviamo tutti i temi narrativi utilizzati spesso dal regista: la guerra tra sessi, l’ironia sulla religione ebraica della famiglia di lui, il crimine, la speculazione e la nostalgia di un passato che torna improvvisamente.

Comments are closed.