Fabrizio Moro con la sua sfida interiore a Sanremo 2017

1
815

FNM Fabrizio Moro con la sua sfida interiore a Sanremo 2017

Di Daniela Giannace

Fabrizio Moro con la sua sfida interiore a Sanremo 2017

Il cantautore si confronta con il tema degli “scogli” che si possono incontrare nella vita.

 

Quinta volta al Teatro Ariston per Fabrizio Moro, con il brano Portami via, una canzone che parla di sofferenze e difficoltà da superare. Il cantautore ha per la prima volta l’impressione di sentirsi a casa, e commenta: “A guardare indietro mi accorgo che c’è un filo conduttore, fatto di gioie ma anche di amarezze, tra l’Ariston e la mia vita”. Un palco, quello, che solo adesso lo mette a suo agio grazie alla consapevolezza di non essere più l’ultimo arrivato, ma di avere già un suo percorso intrapreso. Il 2017 rappresenta per Moro un anniversario importante che ha coinciso con l’inizio dei riconoscimenti della sua carriera e che si deve proprio a Sanremo, dove vinse nella sezione Giovani nel 2007 con il brano Pensa, che spegne appunto dieci candeline. Per l’occasione, ha deciso di stampare per la prima volta in vinile a 180 grammi l’omonimo l’album che contiene la traccia, già disco di platino, con uscita oggi 3 febbraio sia di LP che riedizione del CD.
Delle sue partecipazioni sanremesi fanno parte anche quelle in veste di autore dei brani “Sono solo Parole” scritto per Noemi e “Finalmente Piove” per Valerio Scanu. Questa 67° edizione del Festival di Sanremo lo vede impegnato, in gara nella categoria Campioni, in una canzone la cui ispirazione è partita dalla figlia Anita di 3 anni, persona per lui fondamentale in un periodo buio che sembra essersi lasciato alle spalle. A dirigere l’orchestra per Fabrizio Moro sarà il maestro Pino Perris. Durante la serata di giovedì dedicata alle cover italiane, l’artista interpreterà il brano “La leva calcistica della classe ‘68” di Francesco De Gregori, che a lui fa pensare al figlio Libero di 7 anni con il suo borsone che racchiude la passione per il calcio.
Trovare un equilibrio con me stesso, vivermela intensamente e con la pace interiore che sto cercando di trovare in questi anni”, sono questi i propositi della sua presenza al festival di quest’anno. Intende la sua partecipazione più che come una gara con i suoi avversari-colleghi, come una sfida con se stesso, l’unico rivale che teme davvero. Il pezzo Portami via sarà contenuto nell’album di inediti dal titolo “Pace disponibile in tutti i negozi e gli store digitali dal 10 marzo. Il disco sarà presentato live in un tour le cui prime date già annunciate sono il 20 aprile al Fabrique di Milano e il 26 maggio al Palalottomatica di Roma. Un titolo, quello del nuovo album, che rappresenta una speranza, un augurio di serenità che riguarda tutti.

Comments are closed.