Coach 1941 lancia una limited edition ispirata ad Elvis Presley

Coach 1941 fa rivivere il mito del mondo rock e dell’iconico Elvis che ha profondamente mutato l’aspetto sociale ed individuale della cultura americana
0
57

Con lo spirito proiettato verso l’affascinante epoca rock, dove tutto cresceva e si sviluppava velocemente abbattendo ogni legame con il precedente mondo fatto di convenzioni e regole stereotipate e che ha visto nella carismatica figura di Elvis Presley il capofila e il “fondatore” del nuovo pensiero, di una nuova concezione esistenziale, Coach 1941 ha ideato una collezione estiva limited edition di ready-to-wear in cui proietta la visuale suggestiva di un’epoca trascorsa ma ancor oggi viva e palpitante.
Sì, perché il mito di Elvis abbraccia esclusivamente il mondo musicale, ma si identifica anche e soprattutto in ogni singolo aspetto sociale, facendo sì che in ciascuno si sviluppi e cresca un’ideologia nuova e capace di mutare usi, abitudini, modi di vita e aprendo pianeti spesso ignorati.
La collezione, forte di questo concetto, si ispira quindi a ciò che Elvis ha voluto rappresentare, ossia la libertà di cambiare e di cambiarsi, una controcultura finalizzata alla liberazione individuale, in poche parole, la ricerca e la realizzazione di un sogno che è stato alimentato dalla ribellione e dalla voglia di costruire e di ricostruire.
Coach 1941 presenta, quindi, e crea capi di chiaro sapore rock: Dinky con applicazioni e gilet borchiati, con frange, toppe e abbondanza di vari dettagli in metallo, tutto all’insegna del notissimo abbigliamento di un’era in cui apparire, stupire, eguagliare ed emulare erano alla base di una “pseudo moda” ma che, al di là di ogni giudizio stilistico o di parte, ha segnato profondamente la cultura rinnovandola radicalmente.
Come afferma Stuart Vevers, Direttore Creativo del brand, l’energia creata da Elvis e la sua ineguagliata personalità hanno influenzato fortemente un vecchio stile di vita, affossando ogni legame tradizionale col passato e stravolgendo l’intera società americana (e non solo).
I giovani glamour e ribelli che Elvis ispirò rappresentano lo stesso spirito di individualità della Coach girl di questa stagione”.