Green Office

Come rendere sostenibile il luogo di lavoro.
0
31

Green mood anche in ufficio? Si può, e il pianeta ringrazia. Dite addio al grigiore degli ambienti lavorativi asettici, è tempo di cambiare. Studi scientifici dimostrano che lavorare in uno spazio sostenibile stimola le endorfine e migliora la produttività (oltre che il sorriso); perché allora non convertirsi? Ecco alcune semplici ma fondamentali mosse per migliorare, nel nostro piccolo, l’intero ecosistema.

– Piante depurative
Le piante, si sa, svolgono azioni benefiche sull’ambiente e sull’uomo, ma eravate stati informati del fatto che alcune di esse che fungono da veri e propri filtri depurativi dagli agenti inquinanti? Gli uffici sono luoghi in cui le radiazione elettromagnetiche, provenienti da dispositivi elettronici, quali pc, smartphone, tablet, wifi, vivono beate e indisturbate; ebbene, il cactus e la tillanza sono il verde perfetto da utilizzare per combattere questo tipo di ammorbamento. Le piante mangia radiazioni, così sono chiamate, stanno benissimo sulla scrivania o, ancora meglio, in giardini verticali ricavati su pareti inutilizzate: fungono da abbellimento e, al contempo, purificano l’aria.

– Illuminazione
Il primo passo è optare per lampadine a basso consumo; secondo i dati dell’Environmental Protection Agency, infatti, così facendo risparmierete il 75% dell’energia solitamente usata per illuminare un ufficio. Altra abitudine da non sottovalutare è quella di spegnere le luci nelle sale inutilizzate, oppure, scelta saggia, installare sensori di luce che le spengono automaticamente in assenza di persone.

– Stampare solo il necessario
Perché sprecare carta se non è necessario stampare i documenti a cui state lavorando? Sarebbe opportuno, ove possibile, condividerli on line e nelle reti interne all’azienda. Inoltre, qualora doveste accumulare fogli che non vi sono serviti, magari anche stampati su un solo lato, potete destinarli al riciclo, ad esempio per prendere appunti.

– Spegnere i dispositivi
A fine giornata non lasciate il vostro pc in standby, anche lui, come voi, ha bisogno di dormire! Ironia a parte, spegnere i dispositivi elettronici presenti in ufficio consente di risparmiare il 50% dell’energia solitamente utilizzata.

– Raccolta differenziata
Fare la raccolta differenziata anche in ufficio è un’abitudine fondamentale. Ogni ambiente di lavoro dovrebbe avere due tipologie di contenitori per la raccolta dell’immondizia: i cestini per i rifiuti, con alta diffusione e collocati in prossimità delle postazioni di lavoro; i contenitori per la raccolta differenziata, posizionati in alcuni punti strategici. Facendo bene questo lavoro di differenziazione, voi stessi vi accorgerete quanta indifferenziata in meno si produrrà. L’obiettivo è ottimizzare la raccolta e ridurre l’impatto dei rifiuti.

– La pausa pranzo
Anche la pausa pranzo svolge il suo ruolo per un ufficio green. Dite addio all’usa e getta della plastica e della carta, utilizzate piuttosto posate, piatti e contenitori in ceramica o plastica dura non monouso e tovaglioli di stoffa.

Visto su FNM Magazine