#BOYCOTT Dolce&Gabbana

Il boicottaggio diventa moda: Dolce&Gabbana si auto-boicottano in segno di protesta contro gli haters.
2
65
Non è una novità trovare i designers Dolce&Gabbana al centro di controversie: escono dal calendario di Camera Della Moda, fanno infuriare i gay di tutto il mondo capitanati da Elton John per le loro dichiarazioni sulla famiglia e le adozioni, vestono la First Lady per il G7 di Taormina… ed ecco che una nuova polemica si fa strada sui social network!

 
Il miglior modo per rispondere all’odio è l’amore e la creatività o magari fare un super corteo di auto-boicottaggio dove protagoniste sono delle simpatiche t-shirt auto-ironiche!
 
 
#BoycottDolceGabbana è la nuova t-shirt da oggi in vendita sull’online store Dolce&Gabbana che risponde agli haters a suon di cotone. È un’ironia sottile nei confronti dell’epoca del giudizio, quella dei social, dove le parole chiave sono quasi sempre sinonimi di “indignarsi”. E pare che ogni scusa sia buona per farlo: ci siamo domandati come mai desti stupore che un capo di Alta Moda raggiunga cifre stellari. È forse una novità? Qualcuno ha mai acquistato un capo Armani Privè ad un prezzo da fast-fashion? Possiamo tradurlo come il gusto per la disputa.
 
Attaccare, screditare come nuovo hobby da instagram. Non ci sono forse abbastanza applicazioni di giochi o rompicapo a cui dedicarsi?

Comments are closed.