Silver Cloud, la nave crociera luxury che toccherà il Polo Sud.

Dopo il restyling, la rompighiaccio leverà la sua prima ancora il 15 Novembre.
0
54

La data è vicina, esattamente il 15 Novembre i mari dell’Antartide saranno solcati dalla Silver Cloud, la nave crociera luxury convertita a rompighiaccio nei cantieri maltesi Palumbo.

Un bolide da 16.800 tonnellate che offrirà l’esperienza più affascinante di sempre: dormire in una camera di gran classe affacciata sui ghiacci polari. Piscina coperta, sala d’osservazione, suite da 35 a 122 mq, ristoranti prestigiosi, sono solo alcuni dei comfort di lusso di cui si può usufruire a bordo, dove sono inoltre presenti costantemente biologi marini, ornitologi, antropologi e fotografi, pronti ad offrire escursioni pazzesche, come la gita sui gommoni calati in mare per andare alla scoperta della fauna selvatica.

Il primo viaggio della Silver Cloud inizierà ufficialmente a Buenos Aires e sarà diretto verso le isole Falkland e quindi l’Antartide. Sedici giorni su una nave crociera luxury per un totale di 14.800 euro. Un prezzo certamente elevato ma valido se si valuta l’itinerario e i lussuosi servizi offerti. Si toccheranno Puerto Madryn, Golfo Nuevo con la penisola di Valdés (patrimonio dell’Unesco e interessata in questi mesi dalla migrazione della balena franca), Punta Ninfas, l’isola Elephant, la penisola antartica, il canale di Drake e Ushuaia (la città più australe del mondo).

“La crociera rompighiaggio”, spiega Roberto Martinoli, Chief Executive Officer di Silversea, compagnia specializzata in crociere all-inclusive – “ridefinisce gli standard dei viaggi polari ultralusso. È una nave speciale, la prima della nostra flotta. La sua valorizzazione di oggi riflette il design lussuoso, l’arredamento elegante, il personale altamente qualificato e il servizio eccezionale che la distingue da tutte le altre linee di crociera.”.

Gli ospiti a bordo? Sono prettamente americani, ma non mancano irlandesi, europei, australiani e russi. Mercato interessante e in espansione è certamente quello cinese; questi ultimi, infatti, apprezzano sempre di più i luoghi freddi e se andarci significa anche godere di un relax a 5 stelle la motivazione sale di gran lunga!