A Firenze nasce la prima Farmacia Letteraria

Un malessere per ogni scaffale: la cura sono i libri.
0
127

Cosa mi consiglia per il mal d’amore?”. Un libro, risponderebbe Elena Molini, titolare e ideatrice della prima Farmacia Letteraria italiana. Aperta poche settimane fa a Firenze, in Via Di Ripoli, è un luogo confortante di 35mq in cui i farmaci sono libri, con tanto di posologia ed effetti collaterali, questi ultimi, ovviamente, tutti positivi!

Un’idea davvero originale, destinata a decollare, quella avuta dalla libraia, la cui avventura nasce dopo il lavoro in una grande catena di librerie. Qui, quotidianamente, Elena si confrontava con specifiche richieste, del tipo: ‘Un mio amico si è appena lasciato, cosa mi proponi?’, oppure ‘Ho perso il lavoro adesso e sono un po’ giù, cosa posso leggere?‘; ed ecco la scintilla, l’idea di suddividere i libri per categorie, in base alla patologia o al malanno che affligge il ‘paziente’.

Tutto parte dallo stato emotivo: per una crisi adolescenziale la libraia propone ‘Jack Frusciante è uscito dal gruppo‘ di Enrico Brizzi perché è un libro che parla di amore, dei primi turbamenti, l’amico che entra nel tunnel della droga e altre tematiche legate ai giovani. Per l’amore non corrisposto abbiamo ‘La principessa che credeva nelle favole‘ di Marcia Grad Powers, un manualetto su come liberarsi dal principe azzurro. Per chi ha problemi sul lavoro c’è Murakami ‘L’uccello che girava le viti del mondo’, oppure ‘Uomini nudi‘ di Alicia Giménez-Bartlett.

Ogni testo è scelto accuratamente da Elena, sulla propria lettura personale, su consiglio delle sue amiche psicologhe ma anche su suggerimento dei clienti. Il ‘bugiardino’ (il foglietto illustrativo per intenderci), può essere scritto anche dai frequentatori della farmacia letteraria, i quali contribuiranno all’ampliamento delle categorie lasciando appunto la proprie esperienze.

Il filo conduttore di tutto questo è la lettura, un’insegnante silenziosa che apre gli occhi sul mondo, una psicologa personale che mantiene il segreto e che aiuta a risollevarsi, un’amica, una mamma, una nonna, un abbraccio, una casa. Le pagine dei libri sono preziose. Amano, in punta di piedi, e curano l’anima.