Donne forti, coraggiose e rivoluzionarie: le protagoniste delle 4 serie Tv che devi assolutamente guardare

Vi proponiamo una lista di 4 serie tv belle ed entusiasmanti, mettetevi comodi e godetevi le storie di queste donne meravigliose
0
221

Relax domestico? Non c’è modo migliore per staccare dopo una giornata intensa se non quello di guardare delle belle serie tv, dalle storie avvincenti e piene di importanti lezioni.

Stiamo parlando di 4 storie completamente diverse fra loro, alcune surreali, altre meno; hanno però in comune una cosa: figure femminili di grande audacia e coraggio. Quello di cui abbiamo bisogno oggi è proprio questo, ricordare quanto le donne siano forti e sicure.

Vediamo insieme di cosa stiamo parlando, partendo dalla prima serie.

Flea Bag

Flea Bag è una serie tv comico\drammatica, trasmessa nel 2016 ed ambientata a Londra. È stata prodotta dalla Two Brothers Pictures per il canale digitale BBC Three. La protagonista è Phoebe Waller-Bridge, ovvero l’autrice che nel 2013 ha interpretato il testo teatrale dal quale la serie è tratta.

La storia vede come protagonista questa donna trentenne e londinese, alle prese con una vita disordinata e confusa. Questa confusione è soprattutto mentale, il suo carattere è esuberante e discordante; la serie tratta spesso dei drammi familiare a lei collegati, tra una matrigna malvagia, una sorella insoddisfatta, un padre sottomesso ed un cognato alcolizzato.

In tutto questo subentra anche il trauma dovuto alla morte della sua migliora amica Boo, investita da una macchina, e con la quale qualche anno prima aveva aperto un grazioso Cafè. Tutte vicissitudini che la portano con il tempo a sfogare ogni rimpianto sul sesso, divenendone dipendente.

La figura femminile della protagonista in Fleabag ci insegna come rispondere alle continue umiliazioni, insoddisfazioni e frustrazioni che una donna deve ogni giorno affrontare. Il continuo confronto con la sua coscienza si concluderà solo quando ogni problema con sé stessa verrà risolto.

The Haindmaid’s Tale

Sicuramente ne avrete già sentito parlare, la serie basata sul romanzo distopico della favolosa Margaret Atwood, ha fatto molto scalpore sin dall’anno della sua uscita, nel 2017. La serie statunitense, è stata ideata da Bruce Miller.

La traduzione di “Handmaid’s Tale” è “Il racconto dell’ancella” che più chiaramente identifica che tipo di storia stiamo raccontando. La vicenda è quasi interamente ambientata in un mondo utopico, nella città Gilead, che come ha spiegato l’autrice, è un’estremizzazione di valori e credenze realmente esistenti.

La protagonista, interpretata dall’attrice Elisabeth Moss, nella serie “June”, viene sottratta dalla sua famiglia e dalla sua vita da giornalista; sottomessa da un mondo aggressivo nel quale si ritrova a indossare le vesti di una ancella, o meglio ancora, di una serva.

Gilead trova le sue fondamenta nelle scritture dell’Antico Testamento, secondo il quale la società debba essere divisa in classi sociali: I mariti, le mogli, le Marte, le Zie e le ancelle, ultime nella piramide sociale. Il loro unico scopo è quello di servire la loro famiglia affidataria e dare loro dei bambini. Tutto questo si svolge sotto gli occhi di Dio, l’unico in grado di giudicarli.

È una serie complessa e strutturata, anche se il tipo di linguaggio è forte, rappresenta a pieno una realtà nella quale le divisioni di genere sono decise e autoritarie. June si dimostrerà essere estremamente coraggiosa, tanto da lottare per la sua famiglia e il suo destino, affrontando continui ostacoli e pericoli.

Rappresenta tante donne che nella nostra società devono battersi per i loro diritti e le loro volontà, prendiamo allora spunto da June e come lei crediamo in noi stesse e in ciò che siamo in grado di fare.

The Marvelous Mrs Maisel

Torniamo adesso a qualcosa di più comico e leggero. Questa serie è stata creata dalla sceneggiatrice Amy Sherman-Palladino, e trasmessa per la prima volta nel 2017.

La protagonista è Miriam “Midge” Maisel, interpretata dalla bellissima attrice statunitense Rachel Brosnahan. La serie è ambientata nella New York del 1958: una storia frizzante, tremendamente realistica e sfacciata. Ma la cosa più straordinaria è come una figura femminile venga inserita in un mondo che, in quegli anni, era strettamente maschile. Parliamo della Stand Up Comedy, allora chiamata Cabaret.

Tutto inizia quando il marito, il signor Maisel, decide di abbandonare Miriam, così da un momento all’altro; convinto che la loro storia fosse giunta a un capolinea e che il suo futuro dovesse essere più giovane e vivace, magari con accanto la sua dolce segretaria.

Niente di nuovo insomma, una storia che più volte abbiamo ascoltato, quella di un marito stufo e traditore; se non fosse che, quella stessa sera Midge decise, dopo qualche bicchiere di troppo, di esibirsi su un palco di Cabaret. Il successo fu istantaneo e la proprietaria del locale, che rimase impressionata dal suo talento, volle diventare sua Manager.

La vita della protagonista cambiò totalmente, se prima dedicava le sue giornate ad apparire perfetta agli occhi della società, con ampi vestiti colorati e cappelli vistosi, ora passava i pomeriggi a riposare e le notti ad esibirsi.

Questa è la storia di una donna che ha scelto di mettere in discussione la sua intera vita per dedicarsi al suo più grande talento, quello di far ridere, sfruttando un flusso di coscienza proprio.

È un esempio di rivincita e di rivoluzione.

The Morning Show

Come ultima, ho scelto di parlarvi della serie “The Morning Show”, distribuita nel 2019 e prodotta da Apple.

I personaggi di questa serie sono interpretati da attori di grande fama, tra cui Jennifer Aniston, Reese Witherspoon e Steve Carell. Sono proprio le prime due, i personaggi per i quali ho deciso di inserire questa serie televisiva.

Alex e Bradley sono i nomi dei loro alter ego, opposte ma entrambe dal forte carattere. “The Morning Show” è nome del notiziario che ogni mattina va in onda sulla rete televisiva statunitense.

Vi siete mai chiesti quali siamo le vicende e gli intrighi che si annidano dietro ad un programma televisivo?! cosa succede dietro le quinte insomma. Ecco, questa storia parla proprio di questo.

Senza fare troppi spoiler, i due personaggi femminili si ritrovano, prima come antagoniste e poi come alleate, a combattere lo stesso nemico. Si parla di stupri, di sottomissioni e di ingiustizie; argomenti che purtroppo popolano costantemente anche le nostre giornate.

Sono donne che scelgono di mettersi a nudo, a discapito del proprio nome e della loro posizione. Andando contro a un sistema malato e corrotto, quello della televisione.

Non vi resta che preparare qualcosa di caldo, una ciotola di pop-corn ed iniziare questa maratona di serie tv.

Siamo sicuri che piaceranno anche a voi, e magari vi daranno la giusta forza per combattere le vostre battaglie!

a cura di Elisa Guazzini.