Tutti (i) matti per CRAZY- LA FOLLIA NELL’ARTE CONTEMPORANEA

Dal 19 Febbraio all’8 Gennaio 2023 Dart-Chiostro del Bramante, ospita una nuova mostra: Crazy-La follia nell’arte contemporanea, è un viaggio nella mente contorta di 21 artisti
0
333

CRAZY- La follia nell’arte contemporanea è in mostra presso il Chiostro del Bramante a Roma, dal 19 Febbraio all’8 Gennaio 2023.

Noi di Fashion News Magazine abbiamo avuto la fortuna di visitarla e ne siamo stati piacevolmente colpiti.

21 artisti di rilievo internazionale e più di 11 installazioni site-specific inedite che invadono sia l’interno che l’esterno del Chiostro.

Il progetto, a cura di Danilo Eccher, tratta con estrema cura nel dettaglio, la visione distorta della realtà. La percezione delle cose viene ribaltata e la mente divaga tra le stranezze della pazzia.

Il linguaggio della mostra

Disturbi ottici e neurologici, uno scontro continuo tra visione fisica e poetica degli oggetti. Al visitatore viene lasciata la libertà di muoversi all’interno degli spazi, nessuna regola, nessun limite, se non quello della mente che spesso gioca brutti scherzi. La peculiarità di questa mostra sta nel fatto che gli artisti parlino di loro e si aprano al pubblico in modo irriverente. La loro vita viene raccontata per chi vuole ascoltarla. Parlano delle loro insicurezze, del loro passato e di eventi che li hanno colpiti abbastanza da restare impressi nella memoria.

Crazy si sviluppa in ogni parete: devi guardarti spesso attorno per cogliere tutti i dettagli, c’è tanto colore e tanto “rumore”.

Il peso dei pensieri

La riproduzione dei materiali è molto verosimile e tutto è curato in ogni sfumatura tanto da sembrare assolutamente reale… forse è proprio questo l’effetto sperato.

 

 

soffitto colorato

I 21 artisti

Gli artisti che partecipano alla mostra sono:

Carlos Amorales, Hrafnhildur Arnardóttir; Shoplifter; Massimo Bartolini. Gianni Colombo; Petah Coyne; Ian Davenport; Janet Echelman; Fallen Fruit. David Allen Burns e Austin Young; Lucio Fontana; Anne Hardy; Thomas Hirschhorn. Alfredo Jaar; Alfredo Pirri; Gianni Politi; Tobias Rehberger. Anri Sala; Yinka Shonibare CBE; Sissi; Max Streicher. Pascale Marthine Tayou ed infine Sun Yuan & Peng Yu.

“Nella più ampia accezione di ‘follia’, non di rado sinonimo di ‘creatività fantastica’ – racconta Danilo Eccher –  l’arte si è sempre ritrovata a proprio agio, ma è soprattutto con i primi studi psicanalitici e neurologici d’inizio secolo scorso che il rapporto fra disturbi psichici e arte si è fatto più intenso e consapevole. Nel corso del tempo, il confine netto fra il dato medico e l’orizzonte poetico si è via via attenuato, svaporato, liberando piani di confronto e contaminazione, la folle creatività ha cominciato a occupare la scena mostrando le sue innumerevoli maschere”.

 Vi consigliamo caldamente di visitare questa mostra, di prendervi del tempo per voi per ammirare cosa l’arte contemporanea riesce a regalare.