Il maestro Oliviero Toscani fotografa i centenari della Blue Zone Sarda

"I centenari mi incutono un senso di quiete, forse perché dimostrano di non voler ottenere dalla vita più di ciò che hanno già avuto"
0
123

«Cento, cento anni! Un miraggio che però mette anche una certa paura, pur essendo il sogno di tutti quello di arrivare a questa età. I centenari mi incutono un senso di quiete, forse perché dimostrano di non voler ottenere dalla vita più di ciò che hanno già avuto. Stranamente, trovo che si assomiglino fra loro, mi danno l’impressione di appartenere ad una comunità di extraterrestri, hanno un’aria mista di passato e futuro. Sono sicuramente degli esseri umani molto affascinanti».

Gabriele Mereu di anni 97 anni e Ermelinda Piroddi di Villagrande Strisaili con Oliviero Toscani

Così Oliviero Toscani è approdato in terra sarda per uno shooting fotografico nei paesi della Blue Zone d’Ogliastra, una delle cinque aree al mondo in cui l’elisir di lunga vita consente di vivere sino a cent’anni.

In giro per le abitazioni dei comuni di Arzana, Baunei, Perdasdefogu, Villagrande, Talana e Urzulei, il maestro della fotografia ritrae con i suoi scatti d’autore gli ultranovantenni e coloro che hanno raggiunto o superato il secolo d’età. Nel suo linguaggio estetico, che fonde arte, moda e messaggi innovativi, il creatore di “Razza Umana-Human Race”, ha accolto l’invito del regista e documentarista Pietro Mereu, presidente dell’Associazione Mater Dea, affiancato dalla vicepresidente Ludovica Piras.

Mario Firino di 102 anni di Villagrande Strisaili e Oliviero Toscani

Le fotografie verranno stampate in gigantografie ed esposte sul territorio ogliastrino in un percorso permanente che celebra la memoria e le comunità locali. Inoltre, le opere faranno parte di una grande mostra in programma il prossimo mese di marzo a Roma.

Murru Serafino, 95 anni di Urzulei e Oliviero Toscani

«Sono tanti i fotografi che si sono cimentati nel ritrarre i centenari sardi, ma ho sempre pensato che fosse necessario un progetto comune e un grande maestro per farlo. Così ho ritenuto opportuno contattare Toscani. Lui ha sposato subito l’idea raccontandomi che, in uno dei suoi primi lavori, aveva ritratto ad Arles Jeanne Calment, la donna più vecchia del mondo vissuta fino a 122 anni, che da bambina puliva i pennelli di Vincent van Gogh. Stiamo già lavorando con l’obiettivo di portare l’intera esposizione, completa di tutte le fotografie riunite, in una location molto prestigiosa della Capitale», ha dichiarato Mereu. Il progetto vanta il patrocinio delle amministrazioni comunali territoriali e il supporto della Fondazione Sardegna Film Commission.

Pietro Mereu e Oliviero Toscani