Beauty Bowl: speciale make-up Milano Fashion Week 2023

Non solo moda ma anche make-up e tutte le altre tendenze beauty SS 2024 viste sulle passerelle della Milano Fashion Week 2023.
0

Il make-up si sa, è importante tanto quanto indossare il giusto outfit o abbinare alla perfezione gli accessori e se siete curiosi di sapere quali saranno le prossime tendenze beauty siete nel posto giusto.

La Milano Fashion Week 2023 non è solo moda, ma anche make-up e tendenze beauty; è nei backstage che avviene la magia! Un team di professionisti cura alla perfezione ogni singolo look e rende l’uscita in passerella perfetta. Vediamone insieme alcune.

Make-up Occhi

Le ciglia sono tutto! Tornano le protagoniste del make-up con chiari riferimenti agli anni ’70. Si chiamano spider eyelashes, nero corvino ma sopratutto ben separate tra loro. Le abbiamo viste in passerella abbinate ad un make-up sfumato e  labbra lasciate al naturale. Primo tra tutti Re Giorgio, Giorgio Armani.

Photo courtesy Giorgio Armani

«Il trucco di questa stagione gioca con il colore per creare un look che completa la palette della collezione, composta da tonalità preziose di viola e tocchi di bianco luminoso. Gli occhi sono incorniciati da pigmenti vibranti, mentre le ciglia nero corvino donano una sensazione di eleganza. Il trucco è completato da guance e labbra color rosa freddo», spiega la make-up artist Hiromi Ueda per Armani Beauty.

Make-up Nude

Questo make-up non ci lascerà mai. Missoni e Luisa Beccaria insieme a Ferragamo ed Elisabetta Franchi, hanno fatto di questa tendenza beauty un vero e proprio mantra. In passerella, un incarnato radioso, sano e allo stesso tempo ricercato e raffinato.

Photo courtesy Luisa Beccaria

«La pelle è fondamentale, rappresenta il benessere interiore, una pelle sana e naturale rispecchia una femminilità romantica e assertiva allo stesso tempo» dice Michele Magnani, curatore del make-up per Luisa Beccaria

Noir

L’intramontabile nero, classico, elegante e davvero senza tempo. Da Dolce&Gabbana prende ispirazione dagli anni ’60 insieme a pizzi, trasparenze e guepière, da Tom Ford rende drammatico, energico e sensuale lo sguardo delle modelle. Come “animali notturni”, il film diretto dallo stesso Tom Ford, gli occhi sono bordati di un nero opaco, sopra e sotto la rima ciliare inferiore e su tutta la palpebra.

Ispirazione anni ’60 per il make-up di Dolce & Gabbana

Make-up labbra

Make-up anni Novanta con labbra ombré lips sui toni del marrone e del ruggine sulla passerella di Moschino. È il make-up artist Kabuki per Mac Cosmetics a crearli. Infine un intramontabile rossetto rosso riecheggia sulle modelle che sfilano in passerella da Gucci. Come i capi in vinile fatti sfilare da Sabato De Sarno, le labbra delle modelle, hanno un finish vinilico che evoca sicurezza. Shade Gucci Rosso Ancora.

Ombré lips sui toni del marrone e del ruggine sulla passerella di Moschino.

WAIT.. ti cola il make-up

…non c’è problema, è di tendenza. Sulle passerelle di Avavav e Rave Review il make-up colato non è mai stato cos’ cool. Oltre agli abiti, che hanno un significato chiaro e forte, Avavav propone un make-up sciolto, colato, sugli occhi delle modelle e capelli wet. Rosso e nero i colori principali, che accompagnano le uscite folli e vivaci. Da Rave Review, stampe floreali, quadretti e altri motivi in ​​silhouette dal taglio asimmetrico si accompagnano ad beauty look rock e ribelli. Occhi calcati e sfumati all’esasperazione, labbra lasciate al naturale e pettinature messy

Il make-up non è mai stato così colato

A tutto colore

Un make-up vitaminico e vivace creato Hannah Murray per Bobbi Brown da Missoni, porta su occhi e zigomi un tenue color taupe e lascia in risalto le labbra aranciate fissate con gloss lucido. Effetto cartoon da Antonio Marras declinato in un azzurro, aranciato a tutta palpebra da Prada e dai tratti blu Klein da Etro. Giochi di colore anche da Versace e Vivetta, nel make-up ma anche negli abiti. Da Vivetta appunto, Bea Sweet per Mac Cosmetics ha disegnato una riga di eyeliner bicolor nella rima ciliare inferiore: bianco e nero, bianco e verde o bianco e rosa. Da copiare assolutamente!

I Beauty Look di Antonio Marras, Etro e Vivetta

Blu intenso il make-up occhi di Philipp Plein in perfetta simbiosi con la collezione anni ’80, è il caso di dirlo: “GIRLS JUST WANNA’ HAVE FUN”, pop e super colorata, mixata ad elementi ROCK & ROLL che tanto ci piacciono del designer tedesco. 

Photo courtesy Philipp Plein

Make-up effetto bagnato

Da Iceberg ma anche da Max Mara ed Ermanno Scervino, abbiamo visto quanto questo trend sia super cool. Gloss trasparente sulla palpebra per ricreare l’effetto wet da Max Mara, curato da Diane Kendal, o direttamente sul viso da Iceberg, per dare radiosità all’incarnato.

Make-up effetto bagnato per Iceberg e Max Mara

Infine Luciano Chiarello per Dear Dhalia ha trasformato la la purezza e delicatezza della collezione di Ermanno Scervino in make-up freschi e radiosi, grazie agli sguardi dall’effetto glossati e labbra naturali. Infine Davvero azzeccata la mossa di Han Kjøbenhavn, che ha portato in passerella un make-up naturale e super wet in perfetto abbinamento con i capelli. La pelle delle modelle risalta sotto le luci, creazioni così d’impatto, non hanno bisogno di make-up esasperati!

Un make-up naturale e hair style wet per Han Kjøbenhavn

Hair

Per concludere le acconciature: chignon tiratissimi da Dolce & Gabbana e Chiara Boni La Petit Robe, con grandi orecchini ad incorniciare il viso, ed un finish luminoso, in perfetto stile balletcore. Da Elisabetta Franchi invece, le chiome sono mosse su tutte le lunghezze, vaporose, leggere e iper femminili, proprio come gli abiti che porta in passerella.

Il balletcore di Dolce & Gabbana e Chiara Boni La Petit Robe, e le fluenti chiome di Elisabetta Franchi

Torna la riga

Per concludere, gli hair look di Onitsuka Tiger e N°21. Forte il richiamo agli anni ’50, il team di TONI&GUY Italia, sotto la direzione creativa di Anthony Turner, ha creato degli hair look naturali, dal feeling “Curly Love” per la sfilata di Alessandro Dell’Acqua. Chiome wavy, dalla texture volutamente scompigliata, con un ciuffo laterale, marcato da una profonda riga. Per ricreare il mood della donna anni ‘50, la veletta come simbolo della collezione.

Chiome wavy da N°21

Per la sfilata di Onitsuka Tiger, il team artistico di TONI&GUY Italia diretto da Fabrizio Palmieri ha realizzato hair look ispirati al tema della collezione: “Personal Layered”. Look destrutturati ma eleganti, dove viene enfatizzata la texture naturale di ogni modello. Capelli dall’effetto fluido e  leggeri accomunati dalla riga centrale. 

Photo courtesy Onitsuka Tiger