La cosmetica Made in Italy tra innovazione e sostenibilità

0
47

L’industria cosmetica di nuova generazione punta l’attenzione su due focus estremamente moderni e importanti: innovazione e sostenibilità. Da una parte, la trasformazione digitale e il boom delle nuove tecnologie d’avanguardia hanno imposto nuovi standard in fatto di qualità e sicurezza dei prodotti per la cura personale; dall’altra, la tutela per l’ambiente, divenuto tema centrale nella politica aziendale di qualunque realtà, richiede l’adozione di pratiche nuove volte a favorire la riduzione delle emissioni e dell’impatto della produzione sul Pianeta. 

Per questo motivo molte aziende del settore stanno modificando il proprio modello di business in favore di questi nuovi valori, con alcune di esse che scelgono di affidarsi a partner specializzati nella produzione di prodotti cosmetici per conto terzi molto attenti a queste nuove regole, come ad esempio Cosmoderma azienda cosmetica.

La tecnologia al servizio della cosmetica Made in Italy

Innovazione e ricerca sono da sempre parte fondamentale dello sviluppo dell’industria cosmetica, con nuove scoperte scientifiche che permettono di dare vita a formulazioni sempre più avanzate e prodotti innovativi e di altissima qualità, ormai molto richiesti dai consumatori, divenuti molto esigenti e consapevoli. 

L’innovazione nel campo del beauty non riguarda solo l’adozione di ingredienti e principi attivi innovativi e nuove tecnologie (come ad esempio le nanotecnologie) per sviluppare formule più efficaci e ottenere risultati fortemente specifici, ma anche la realizzazione di cosmetici 100% su misura: grazie principalmente all’intelligenza artificiale, è infatti possibile analizzare i dati della pelle e formulare prodotti, texture e profumazioni totalmente ad hoc. 

Questa trasformazione non ha solo migliorato l’efficienza del settore in fatto di prodotti portati sul mercato, ma ha anche avuto un impatto positivo sulla produzione tradizionale, con la nascita di metodi alternativi rispetto ai test svolti in passato (test in vitro e modelli cellulari), con grande favore da parte di un pubblico sempre più attento al lato etico dei prodotti che sceglie. 

La sostenibilità come valore fondamentale della cosmetica Made in Italy 

Il settore della bellezza, da sempre attento ai principi di sicurezza, mancanza di tossicità e affidabilità dei prodotti disponibili sul mercato, ha recentemente sposato e promosso anche il tema della sostenibilità, con la produzione e diffusione di cosmetici sempre più naturali, biologici, attenti al pianeta e a basso impatto ambientale. 

Per farlo, l’industria cosmetica ha prima di tutto lavorato sull’utilizzo di ingredienti e materie prime di origine naturale, possibilmente provenienti da fonti biologiche e non testate sugli animali (vegan e cruelty-free), eliminando le sostanze potenzialmente nocive. Inoltre, ha introdotto cicli produttivi con il minor impatto possibile a livello ambientale, quindi indirizzati a ridurre le emissioni e il consumo di fonti fossili in favore delle nuove energie alternative. 

Anche il packaging eco-friendly è diventato estremamente importante: i cosmetici sostenibili hanno infatti imballaggi ridotti, riciclati e riciclabili, prodotti con materiali vegetali biodegradabili o compostabili e alleggeriti il più possibile.

Il settore cosmetico è un fiore all’occhiello del Made in Italy ed è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo: secondo le previsioni di Cosmetica Italia, le esportazioni a fine 2023 di prodotti di bellezza hanno registrato un +15% rispetto al 2022, con le stime per il 2024 ancora più ottimistiche e con l’Italia che produce circa il 37% del make up mondiale. 

I cosmetici Made in Italy, essendo sottoposti a controlli molto severi e accurati, sono sottoposti a test rigorosi e ampiamente certificati e, di conseguenza, molto sicuri. Inoltre, grazie a ingredienti e materie prime eccellenti e all’utilizzo di strumenti innovativi e tecnologia d’avanguardia, i prodotti cosmetici del nostro paese sono unici, efficaci, sostenibili, di estrema qualità e originali.