Come si crea una influencer con l’intelligenza artificiale?

0
44

Francesca Giubelli è la prima influecer creata interamente tramite intelligenza artificiale da Francesco Giuliani a Roma nel gennaio 2020. “Francesca Giubelli non vuole essere solo una bella ragazza che mostra il suo fisico e i suoi outfit, ma vuole dire la sua quando lo ritiene necessario, anche su temi di attualità o di politica”, ha dichiarato la giornalista Valeria Fossatelli che insieme a Emiliano Belmonte danno la voce a Francesca Giubelli.

Una bellezza mediterranea, con occhi verdi e capelli castani che dice la sua sui temi di attualità più scottanti. Lo scorso 12 febbraio, si è tenuto a Roma, presso l’Hotel Villa Pamphili, l’evento di lancio del primo shooting creato con l’intelligenza artificiale. Presenti anche Bruno Ferrera, CEO di BF Wellness, Luigi Maccallini, esperto di innovazione e marketing e docente Lumsa; e Michele Gerace, ideatore della Scuola sulla Complessità.

La giornalista Valeria Fossatelli
Olga Piscopo – Resident Manger Hotel Villa Pamphili; ed Emiliano Belmonte, creatore di Francesca Giubelli

Lo shooting fotografico presso VSPA ROMA firmata BF Wellness

Durante la conferenza è stato illustrato il dietro le quinte della creazione dello shooting e di video editing realizzati tramite IA. I creatori di Francesca Giubelli hanno, così, affrontato le due facce della medaglia parlando di Deep Fake. Molti rischi, si, come l’appropriazione dell’immagine di una persona; ma anche tutte le nuove opportunità per il settore della comunicazione media e social.

Sabrina Andriaccio – VSPA ROMA firmata BF Wellness; ed Emiliano Belmonte, creatore di Francesca Giubelli

Chi è Francesca Giubelli

Porta con sé il ricordo della nonna con le sue radici campane. L’amore per la bellezza, il cibo e della nostra bella Italia. L’amore per Napoli e le località balneari. Il suo account Instagram conta oltre 9000 followers ed è il luogo dove condivide la sua passione per la moda, il food ed i viaggi. Una perfetta cartolina del Made in Italy. Il suo stesso nome, infatti, è un tributo alla cultura italiana. Scelto, infatti, per omaggiare la Francesca di Dante Alighieri. L’intelligenza artificiale diventa, così, un modo per raccontare l’estro tutto italiano che ci contraddistingue come nazione: il buon cibo, l’arte, la storia, la moda ed i panorami mozzafiato. I suoi creatori, infatti, hanno invitato le istituzioni a considerare l’intelligenza artificiale come un argomento prioritario nell’agenda politica. Uno strumento che ha enormi potenzialità per promuovere moda, turismo e cultura enogastronomia.

Elettra Nicotra