Beauty Bowl: Le tendenze beauty viste alla Milano Fashion Week

0
91
Photos credits: @Armanibeauty

In passerella il Beauty osa sempre di più, la parola d’ordine è sperimentare. Beauty look elaborati che accompagnano le uscite in passerella: labbra dai colori intensi, chignon strutturati,  nero intenso sulle palpebre, ma anche tanto colore.

Ode ai Baby Hair

Pochissimi sanno gestirli, ma da Etro e Marco Rambaldi, i baby hair vengono gestiti magistralmente. Da Marco Rambaldi i baby hair incorniciano la fronte per un look che enfatizza la particolarità delle ciocche.

Beauty Look Etro e Marco Rambaldi

Assoluti protagonisti sulla passerella di Etro. Marco De Vincenzo per Etro, si affida alle sapienti mani di Pierpaolo Lai, celebre hairstylist e nuovo Market Ambassador di Dyson, che utilizza il Dyson Supersonic r ™per creare baby hair che contornano il viso delle modelle con linee sinuose e scultoree ed emulare l’effetto dei capelli appena usciti dall’acqua.

È stato molto divertente potermi cimentare in questa sfida creativa, grazie soprattutto ad un valido compagno di backstage: il nuovo asciugacapelli professionale Dyson Supersonic™ r, che mi ha permesso di sperimentare oltre il pensabile. Tralasciando la sua incredibile potenza, condensata in un device leggerissimo, sono rimasto estremamente sorpreso dal controllo della temperatura e del flusso d’aria: in questo modo sono riuscito a lavorare anche tutti i volumi sintetici utilizzati nelle numerose trecce che avete visto in passerella. Non avrei potuto farlo altrimenti!” commenta Pierpaolo Lai

Labbra intense

Il rosso sulle labbra torna in diversi look. Labbra, dai contorni precisi riempite da rossetti rossi vibranti o cupi, che creano giochi di sfumature a contrasto chiaro-scuro. Intense per: Dolce&Gabbana, nascoste da un’elegante veletta, Moschino e Sportmax, dark per Iceberg e volutamente imperfetto da Etro. Da Ferrari il rosso si sa è un must, non solo all’interno del trench in pelle portato in passerella dalla modella Irina Shayk, ma anche sulle labbra. Make-up no make-up con labbra bordeaux dall’effetto vinilico definite con una matita labbra tono su tono.

I Beauty Look di Dolce&Gabbana, Iceberg e Ferrari

Il rosso è mat e acceso sulle labbra delle modelle di Sarawong e Hui e accompagnato da una linea di matita rossa sopra e sotto la palpebra, mentre volutamente sbafato da Blumarine. Labbra intense e di due colori invece sulle passerelle di Alabama Muse, con effetto chiaro-scuro e di Aniye Records, accompagnate in questo caso da ombretto dark nero e argento.

I Beauty Look di Sarawong, Alabama Muse, Aniye Records

Glam grunge

L’opulenza negli sguardi sensuali e rock delle modelle di Versace, Gucci, Philipp Plein e Tom Ford. Sensualità e sicurezza calcano le passerelle dei brand, insieme ad abiti Rock e Glam e il trucco non è da meno. Da Versace il trucco nero si snoda nell’eyeliner grafico a forma di trapezio angolato utilizzato anche sulle scorse passerelle; Da Tom Ford le modelle si trasformano in dive holliwoodiane con effetto trucco sfumato. Per Gucci, da Thomas de Klyuver, invece crea una base viso perfetta, leggera ed impalpabile, ponendo l’accento solo sul dettaglio della riga nera posta sia sopra, che sotto agli occhi.

I Beauty Look di Gucci, Tom Ford e Philipp Plein

Infine da Philipp Plein il nero intenso sugli occhi delle modelle, si accompagna ad una base trucco quasi inesistente, acconciature libere e tal volta wet realizzati da Patti Bussa affiancata dal team ghd e infine abiti dal potente stile Glam Rock.

Un tatuaggio beauty (NON) è per sempre

Ad aprire e chiudere la Fashion Week sono rispettivamente Antonio MarrasAvavav

Il fil rouge di entrambe le collezioni sono stati i beauty look, entrambi infatti hanno optato per un tatuaggio, come richiamo evocativo del messaggio finale delle collezioni. Font medievale per il key make-up artist di Antonio Marras, Ricky Morandin, attraverso face tattoos dal testo originale della carta de logu, il testo della tutela della donna. Stessa tecnica per Avavav che adornare la pelle a vista dei modelli con tatuaggi che richiamano lo status sociale come ”Stay Rich”. 

I Beauty Look visti da Antonio Marras e AVAVAV

A tutta lacca

A vincere è il finish glossy sia sui capelli corti che su quelli lunghi, come nel caso di Diesel e Jil Sander. Da Diesel infatti, i capelli sono privati del volume e lavorati con lacca e gel per un effetto ESTREMAMENTE wet, ma non solo. Le due ciocche laterali vengono decolorate seguendo il principio del lavaggio acido dei jeans. I capelli neri diventano arancio, proprio come i jeans scuri passati nella candeggina, mentre quando sono rossi rivelano un effetto bleachato. Rigore invece, con riga laterale o centrale, da Max Mara e Maison Margiela.

I Beauty Look di Jil Sander e Diesel

Sognanti invece gli hair look firmati da Guido Palau per Prada. Gli chignon sulle teste delle modelle sono vere e proprie opere d’arte. Anche da Ferragamo con Virginie Moreira per Wella Italia, lo chignon è il vero protagonista. A fiocco per l’esattezza, mentre e a doppio fiocco per Fendi. In entrambi i casi acconciature perfette per sottolineare l’eleganza sublime degli abiti.

I Beauty Look di Prada, Ferragamo e Fendi

Infine GCDS con i suoi volumi talvolta insoliti ma anche acconciature più morbide. Jawara Wauchope, Global Ambassador di Dyson ha utilizzato in anteprima il nuovo asciugacapelli professionale Dyson Supersonic™ r” per realizzare gli hair look della sfilata di GCDS. Se da una parte protagonista dei look di sfilata è un’aurea angelica data da acconciature morbide volte ad addolcire volti già eterei, dall’altra invece troviamo l’abisso abitato da creature al confine con il demoniaco: ecco dunque spuntare volumi più materici e asimmetrie dettate da ciuffi indomati. Le figure angeliche sono caratterizzate da trecce a spina di pesce scomposte e adagiate su lunghe distese di capelli dorati mentre le figure demoniache sono contraddistinte da chignon scolpiti con ciocche che vanno ad incorniciare il volto. Degno di nota anche il trucco occhi con matita burgundy nella rima inferiore e eyeliner nero sfumato su quella superiore effetto fox eye.  

I Beauty Look di GCDS

Armonia nei beauty look

Le chiome sono invece mosse e lasciate il più possibile al naturale, da Alberta Ferretti, Elisabetta Franchi, con onde ampie e morbide e da Phylosopy. L’Hairstyling Fabrizio Palmieri, Creative Director di TONI&GUY Italia cura invece gli hair look di Onitsuka Tiger con styler Dyson Supersonic™ r. In armonia con il tema Scene invernali di Città della sfilata, Fabrizio Palmieri propone un’estetica naturale: la bruma che accompagna la pioggia invernale si posa sui capelli, che seppur fisiologicamente più voluminosi, rimangono composti e vengono armonizzati, andando a coronare il look di sfilata. Per concludere, il make-up no make-up con effetto glass skin. 

I Beauty Look di Onitsuka Tiger

Beauty colors

I colori, accesi, pastello e tal volta anche fluo, la fanno da padrone sulle passerelle di Diesel, Antonio Marras e Sagaboi. File rouge dello show di quest’ultimo è l’influenza caraibica raccontata attraverso abiti dai tagli morbidi e dalle nuance dai toni vivaci. Toni vivaci anche nel beauty, attraverso ciglia finte fluo, applicati sulle modelle e sui modelli, e sulle acconciature realizzati con i tool di BaBylissPRO.

I Beauty Look di Sagaboi

Abbandonato il body-painting da Diesel i beauty look sono composti da un trucco alieno. Pelli estremamente brillanti, da cui spiccano i make-up dai colori accesi e le lenti a contatto da extraterrestri. Infine sopracciglia truccate di rosso, verde o giallo e mascara a contrasto blu o bianco.

IL Beauty Look di Diesel

Infine, degno di nota, il beauty make-up occhi con pietre Swarovski super colorate visto alla sfilata di Vivetta, creato appositamente dalla make-up artist Bea Sweet per MAC Cosmetics.

Il Beauty Look di Vivetta

Armani’s colors 

Emporio Armani, omaggia un cielo notturno luminoso, trapunto di stelle e governato da una luna splendente. La palette è fredda e vibrante. La domina il nero, unito alle sfumature del malva, ultravioletto, verde giada, ma anche grigio. “Il beauty look è ispirato dalla splendida palette di colori gioiello della collezione. Un beauty look occhi audace è abbinato a un incarnato naturale e luminoso per creare contrasto e dimensione. La luce si rifrange sugli occhi illuminandoli con un argento iridescente, come un mare ipnotico sotto il cielo notturno. Labbra rosa delicato donano un tocco di morbida eleganza per completare il make-up“. Ha dichiarato Hiromi Ueda, Global Makeup Artist Armani.

I Beauty Look di Emporio Armani

Invece, sulla passerella di Giorgio Armani , la keymake-up artist di Armani Beauty Hiromi Ueda applica una riga di eyeliner colorato sottilissimo e tagliente sulla palpebra inferiore, creando una seconda rima dell’occhio per aprire lo sguardo, con l’aggiunta di abbondante matita bianca all’interno della rima interna dell’occhio e l’applicazione di ciglia finte a ciuffetto.

I Beauty Look di Giorgio Armani

Maria Ciani