Anthony Peth è l’ambasciatore del Made in Italy nel mondo

0
1277

Fashion News Magazine- Anthony Peth

Di Denise Ubbriaco

Anthony Peth è l’ambasciatore del Made in Italy nel mondo

Intervista ad Anthony Peth, l’ambasciatore del Made in Italy nel mondo

La valorizzazione del Made in Italy nel mondo è fondamentale per l’economia del nostro paese. Un progetto molto ambizioso, coordinato dal General Manager Raffaele Maggiorelli. Lo scopo? Promuovere l’orgoglio tutto italiano, il Made in Italy, con “Italia da gustare”, facendo risaltare le prelibatezze della nostra terra, a partire dal simbolo agroalimentare per antonomasia: la pasta. Ogni azienda ha ricevuto il sostegno della Comunità Europea, della Repubblica Italiana e della Regione di appartenenza. Naturalmente, il tutto è stato ripreso dalle telecamere ed a breve in  tv potrete assistere al diario di viaggio: “Made in Italy in the World”.

Testimonial della campagna pubblicitaria è uno dei più giovani artisti italiani pluripremiati del momento con ben due David di Michelangelo conquistati nella sua carriera: Anthony Peth.

Conduttore televisivo di grande fama, regista, special guest del nuovo videoclip di Pitbull e Osmani Garcia “Gol (uscito quest’estate durante i Mondiali di calcio 2014), Anthony Peth, amato per il suo delizioso accento sardo, è ormai di casa a Fashion News Magazine e, proprio per non farmi sfuggire nulla e scoprire ogni dettaglio su questa straordinaria esperienza, ho avuto il piacere di intervistarlo.

Quando hai ricevuto la proposta di diventare l’ambasciatore del Made in Italy nel mondo?

Ho ricevuto questa proposta esattamente a Luglio, subito dopo aver svolto un’esperienza lavorativa a carattere internazionale. Una delle aziende coinvolte al progetto, mi fece i complimenti per la mia professionalità e per la vittoria dei due David, nonostante la giovane età. Dopo qualche giorno, ho ricevuto la telefonata dal General Manager per una proposta di collaborazione. All’unanimità avevano scelto il mio volto per la campagna pubblicitaria. Ed ora, eccomi qua a raccontarvi l’esperienza che ha cambiato per sempre la mia vita.”

La tua reazione immediata?

Incredulo, mi sono confrontato con la mia press agent ed insieme ci siamo recati all’appuntamento. In confidenza, con voi amici di Fashion News Magazine, la sera che ho fimato il contratto mi sono ubriacato.

Cosa significa per te “Made in Italy”?

Quello che dico sempre in ogni tv in cui mi trovo a promuovere la campagna, per me Made in Italy significa amore per le nostre eccellenze. Amo l’Italia e la mia cultura. Parto per varie mete, rappresento l’Italia nel Mondo, ma poi ritorno, perché è nel mio Paese che voglio tornare.”

Quanto è importante dar voce e possibilità concrete a chi sceglie di produrre in Italia?

E’ una bella responsabilità! Ci vuole tanta positività e voglia di fare qualcosa affinché le nostre eccellenze possano essere voce di speranza per il futuro.”

Come si articola questo progetto?

Il tour è articolato in tre appuntamenti importanti: il primo consiste nell’incontro con l’ambasciatore ed il console italiano che si trova nel Paese in cui andiamo, il secondo si svolge nella Tv nazionale in cui sono ospite per spiegare la campagna e dare valore alle nostre eccellenze culinarie, il terzo ed ultimo appuntamento è il cookie show, nel quale gli chef stellati del posto cucinano i nostri prodotti che vengono assaporati dai dirigenti delle catene alimentari.”

Quanto è  importante il tuo ruolo in questo progetto?

Il mio è un ruolo molto importante poiché devo rappresentare tutto ciò e qualsiasi cosa dico viene ascoltata da persone che possono creare rete di scambio e commercializzazione per le aziende italiane coinvolte.”

Per ogni tappa, oltre alle presentazioni, non mancano “cookie show” con la collaborazione di chef stellati del posto. Prima tappa del tour internazionale: San Paolo in Brasile. Momenti più salienti?

Il coockie show è il momento più importante. E’ in questo incontro che si decide il futuro, grazie ai nostri sapori ed alle nostre eccellenze culinarie. Sicuramente la promozione è fondamentale. Come dico sempre le chiacchiere stanno a zero, contano i fatti. In Brasile, durante il cookie show abbiamo trascorso una serata esilarante che ha creato la prima rete di internazionalizzazione delle aziende coinvolte in questa tappa. Già, quattro container arrivati a San Paolo. Un punto di partenza eccezionale per iniziare con la rete di commercializzazione.

Sono certa che tutti si saranno posti le stesse domande: Come fai a far tutto? Come riesci a gestire tutti gli altri impegni, paralleli a questo importantissimo progetto?

Soffro di insonnia, quindi riesco a fare tutto. Sono anche fortunato ad avere capi abbastanza comprensivi che mi permettono di registrare le trasmissioni quando non posso fare le dirette e, poi, chi si ferma è perduto. Chi più ne ha più ne metta.

Da Gennaio 2015, il tour proseguirà nelle grandi metropoli. Dubai e ,subito dopo, la Cina: Shangai, Hong Kong e Pechino. Dimmi qualcosa di più.

Posso solo dirti che non vedo l’ora. Sono carico per un nuovo anno ricco di impegni e tante, tante sfide.”

Che altro dire? In bocca a lupo!

Grazie! Un bacione grande a tutti gli amici di Fashion News Magazine.”

10/01/2015