IKEA presenta le collezioni di Katie Eary e Martin Bergstrom

0
722

IKEA 2
Di Gabriele Arcieri

IKEA Temporary: un palcoscenico per due eventi rappresentativi della nuova avanguardia svedese.

I nuovi stilemi interpretativi dell’arredo casa si sposano con una collezione ispirata alla più profonda tradizione culturale indiana.

 

Una dirompente sferzata innovativa nel campo della moda destinata alle case e tutto ciò che concerne l’arredo e gli oggetti che lo completano è stata presentata in questo IKEA Temporary nell’ambito della settimana della moda milanese.
E’ davvero singolare l’interpretazione che ne scaturisce e che nasce dalla creatività di due fashion designers, la britannica Katie Eary e lo svedese Martin Bergstrom, che hanno svelato ed elaborato magistralmente una linea conduttrice nuova ed all’avanguardia, creando oggetti ed accessori destinati ad arricchire gli interni. La linea e la struttura usata sono assolutamente indirizzate a dare un marchio emozionale ed originale, lontano dai vecchi ed obsoleti schemi e che vogliono puntare tutto sulla nuova spinta emotiva più che su una semplice utilità dell’oggetto: insomma cercare in esso non solo la funzionalità ma soprattutto l’energia emotiva che da esso si sprigiona. Nascono così accessori per la tavola e tessili per la casa realizzati con la tecnica della stampa digitale, usando fantasie vivaci, coinvolgenti e inattese, elementi voluti per affascinare e stupire.
La finalità di questi due designer è soprattutto quella di regalare vivacità, entusiasmo e gioia di vivere, senza trascurare la necessaria funzionalità quotidiana.
Bergstrom, pur seguendo i medesimi presupposti, ha voluto, forse con un tocco in più di introspezione e con la fattiva collaborazione di 25 studenti di una scuola di design indiana, investigare e scandagliare con i capi presentati tutto un mondo sociale dando un’interpretazione moderna dell’India e della sua cultura e tenendo particolarmente a conservare “la modernità nella tradizione ed il futuro nel passato”: bianco, nero e le sfumature del grigio le tinte predilette per questa collezione “SVARTAN” (in svedese “oscurità”) tendenti a sottolineare l’intera linea che la contraddistingue.
IKEA ha così ampliato i suoi orizzonti sviluppando un vero e proprio percorso di ricerca che ha gettato le basi su cui lavorare e spaziare nei tempi futuri e, a questo proposito, lodevole e costruttivo è stato anche lo Young Swedish Design, un concorso di design e una mostra itinerante volti alla presentazione sul piano internazionale dei più promettenti giovani designer svedesi; depositari di un nuovo metodo creativo, improntato ad un lavoro di studio e ricerca dal carattere libero e nel rispetto delle singole personalità senza schemi o legami prefissati, unicamente volto al soddisfacimento del proprio talento stilistico a servizio dell’utilità sociale e di mercato.
Un trampolino di lancio, quindi, oltre che un’occasione per restare al passo con i tempi e che apre scenari inaspettati, forse ancora poco conosciuti, che potranno dare un notevole contributo nel prossimo futuro.

[ScrollGallery id=1920]