Aperto in Inghilterra il primo edificio in tulipier americano

Ad Oldham sorge la prima struttura al mondo in legno di latifoglia americano lamellare a strati incrociati
0
133

Il centro Maggie di Oldham, in Inghilterra rappresenta una vera particolarità architettonica ed edile, essendo il primo edificio al mondo in legno di latifoglia americano lamellare a strati incrociati (CLT). La struttura appartiene all’ente benefico Maggie’s a supporto pratico ed emotivo alle persone colpite da tumore. Il Maggie è stato costruito come un ospedale specialistico per il cancro, con l’obiettivo di dare speranza a chi ne soffre, dando importanza anche al benessere psicologico oltre che a quello fisico. Un progetto dRMM Architects con il supporto di American Hardwood Export Council.

Il tulipier americano CLT viene preferito per qualità come bellezza, forza, leggerezza, velocità di costruzione e sostenibilità, e per l’ormai nota influenza positiva che il legno ha sulle persone, in quanto riduce la pressione sanguigna, le frequenze cardiache e i tempi di recupero. Inoltre, in base a quanto emerso dal Wood Housing Humanity Report 2015, questo materiale è l’unico tra quelli utilizzati in edilizia ad avere una correlazione non solo con la salute ma anche con il benessere umano.

Sono più di 20 i pannelli di tulipier americano lamellare a cinque strati utilizzati, di dimensioni da 0,5 a 12m di lunghezza. Il tavolo da cucina posto all’ingresso della struttura, attorno a cui si accomodano i visitatori, è realizzato con un top in tulipier CLT riciclato derivante dal progetto Wish List del London Design Festival del 2014, mentre la base è stata costruita col CLT proveniente dalle finestre e dalle porte dello stesso centro Maggie di Oldham. Per la messa in opera del progetto è stato utilizzato un budget ridotto, e i tempi sono stati molto brevi.

Dall’inizio del progetto di Oldham sapevamo che era il materiale giusto per il Maggie, non solo dal punto di vista strutturale ma anche dal punto di vista ambientale ed estetico. Un edificio sopraelevato, open space, tutto in legno e vetro – con alberi che crescono intorno e all’interno e ogni dettaglio pensato in funzione di usabilità, salute e piacere – che sarà sempre speciale”, afferma Alex de Rijke, co-fondatore di dRMM. Si prospetta una rivoluzione dell’edilizia in legno.