“Pink” by Scott Scheidly

Pop punk per i leader del mondo: nelle opere d'arte si colorano di rosa.
0
366

Lui è Scott Scheidly, artista, talento, amante del rosa. “Pink” è la sua serie di quadri dedicata ai famosi del mondo: dittatori, leader, celebrità, reali…catapultati niente-popo-di-meno-che nel mondo pop!

La sua? Una visione satirica di figure autorevoli, spesso considerate intoccabili, irraggiungibili, ora smascherate e distorte nella forma, nei colori e nel ruolo sociale.

A vedere la linea “Pink” si rimane estasiati, tutto è perfettamente combinato, dalle cornici (parte integrante dell’opera d’arte), esclusivamente rosa, arricchite da ghirigori baroccheggianti e un tocco di lucido, alle pennellate fucsia come fossero dettagli vezzosi. Il look dei personaggi è totalmente rinnovato nell’insieme e l’identità sessuale di ognuno di loro viene messa in discussione. L’obiettivo? Dimostrare al mondo intero che siamo tutti uomini, normali e uguali, indipendentemente dal ruolo sociale che ci caratterizza. Poco importa se governiamo l’America o se dettiamo le leggi della terra.

Ecco dunque che nella celebre serie dell’artista troviamo l’estremizzazione di un Che Guevara che indossa la felpa da ginnastica con tanto di spille strong, di un Hitler con capigliatura punk, di una Merkel in versione rock, di un Putin nei panni di donna. Vien da sorridere, ma il messaggio è serio e anche semplice, se vogliamo: forza e vulnerabilità che convivono, in ognuno di noi; rappresentate da Scott Scheidly nel colore più aggraziato che esista, il rosa, perfetto per sdrammatizzare l’aggressività ideologica che, certo, caratterizza l’epoca in cui viviamo.

Che Guevara by Scott Scheidly

Hitler by Scott Scheidly
Putin by Scott Scheidly
Kim Jong-un by Scott Scheidly

Regina Elisabetta by Scott Scheidly