Libri di poesie in cambio dello smartphone

A Casa Coppelle il menù prevede portate di classe e poesie servite su un vassoio d'argento.
0
390

Luci soffuse, risotto ai gamberi e libri di poesie. Lasciate lo smartphone all’ingresso, grazie, e inebriatevi di autentica bellezza!

Si tratta di una chicca in un mondo di e-mail e relazioni virtuali, nel cuore di Roma, a Casa Coppelle, elegante ristorante-bistrot italo-francese che propone una “sfida” lodevole: libri di poesie in cambio del cellulare, per tutto il tempo della cena. Un tête-à-tête romantico e profondo che promuove le parole e gli sguardi.

Ecco come funziona…

Benvenuti nell’elegante ristorante senza tempo, è un tripudio di arte e classe, una liason perfetta tra Italia e Francia, un salotto nel cuore della capitale, un’esperienza multisensoriale progettata da Jacques Garcia.

Ad accogliervi una zona d’ingresso in cui, ogni martedì, potete lasciare in custodia il vostro smartphone e godervi la serata. Menù studiati fanno convivere nello stesso piatto storie di grandi famiglie blasonate e tradizioni popolari, vassoi d’argento arrivano a tavola e contengono libri di poesie, sapientemente scelti per toccare il cuore. Alcuni sono testi di noti lirici, altri vanno scoperti tra cellulosa e inchiostro, in francese o in italiano.

«L’idea è nata osservando i clienti che si siedono a tavola leggendo spesso solo le notifiche dei cellulari. Lo scopo è quello di stimolare soprattutto le coppie e spingerle a guardarsi di nuovo negli occhi», spiega l’art director di Casa Coppelle, Rachelle Guenot. «In un mondo così frenetico, ci è sembrata un’idea controcorrente ed educativa; ha avuto successo ed abbiamo deciso di prolungare nel tempo l’esperimento».

Questo angolo di paradiso trova nella poesia una via d’uscita all’ossessione di restare connessi 24h su 24, e punta a far riscoprire la bellezza toccando la carta invece dello schermo digitale. E per chi desidera farsi una foto ricordo… ci pensa il personale, con la sola clausola di pubblicare il post successivamente e con gli hashtag #poesiagourmet #casacoppelle.