Dolce&Gabbana potrebbe diventare solo Dolce? Scatta il rumour sul web!

L’effetto domino dello scandalo della settimana continua a far parlare il web. Potrebbe Stefano Gabbana essere allontanato dalla nota griffe italiana?
0
116

Una settimana durissima per Dolce&Gabbana: prima l’indignazione della Cina per gli spot pubblicitari da loro pubblicati su Instagram, poi, una sfilata mastodontica annullata, una chat privata resa pubblica, il boicottaggio della loro collezione sugli online store cinesi…ed ora il rumour delle ultime ore.

Ma prima, facciamo un ripasso di ciò che è accaduto. Per promuovere la grande sfilata di Shangai, evento di punta del mondo fashion di fine Novembre, Dolce&Gabbana hanno pubblicato sui loro profili social tre spot pubblicitari, dove una donna cinese, elegantissima e sofisticata, prova a mangiare una pizza, un piatto di spaghetti ed un cannolo, utilizzando solo le bacchette. Il video, che voleva solo essere ironico, ha in realtà offeso la popolazione cinese. “Devono insegnarci come mangiare?” è solo uno dei 150 milioni di messaggi inviati al duo di designer più famoso d’Italia. Come se ciò non bastasse, sul profilo Instagram del blog Diet Prada è stato pubblicato un screenshot tratto da una conversazione privata di Stefano Gabbana, nel quale lo stilista usa espressioni piuttosto colorite contro la Cina. Ma no, si tratta di un hacker, o quantomeno, questo quello che asserisce Gabbana, senza però fornire uno straccio di prova. Risultato? Nessuno se la beve e la Cina è ancora più indignata, anzi infuriata, tanto da cancellare il Fashion Show. Dolce&Gabbana corrono ai ripari, dunque, pubblicando un video di scuse che viene però beffeggiato e ridicolizzato, con tanto di meme e fotomontaggi. Dubitiamo che i Cinesi faranno i loro acquisti natalizi da Dolce&Gabbana per quest’anno! La Cina è al terzo posto nella classifica mondiale dei compratori di beni di lusso, dunque possiamo immaginare con quale danno economico stia attualmente fronteggiando il brand. Pare che tantissimi online store cinesi abbiano già boicottato Dolce&Gabbana… ma non è tutto.

Gira voce che Stefano Gabbana, fra i due designers quello più esposto dal punto di vista mediatico (anche per mezzo della sua pagina Instagram), potrebbe essere allontanato dal brand. Anche secondo WWD, fra le fonti quella più convincente, ha rivelato che tutto ciò potrebbe diventare reale. Gabbana potrebbe essere sacrificato ed escluso dal brand. È fatto noto che le quote maggioritarie siano di proprietà della famiglia Dolce. Ed il passato di Gabbana, in fatto di scandali social, è tutt’altro che roseo: ha definito Selen Gomez “so ugly” ed ha schernito l’abito nuziale di Chiara Ferragni firmato Dior, asserendo che fosse piuttosto “cheap”.

#Boycott Dolce&Gabbana ancora una volta, insomma! Ed ora…pensiamo noi: ma cosa sarebbe Dolce senza Gabbana? È come il cannolo senza la ricotta!

Perché essere sempre così dannatamente politically correct? Tutte queste vicende, sono sempre impregnate di uno spesso velo di ipocrisia da parte della gente. Anzi, non un velo, un grosso strato ben evidente. Se il vostro privato fosse esposto, chissà quante volte sareste stati messi alla gogna per qualche frase dettata dall’impulso del momento, magari contro il ragazzo di colore che vuole lavarvi il vetro al semaforo. Lasciamo ai designer il compito di concepire capi meravigliosi. Su questo, Dolce&Gabbana non ci hanno mai delusi.