Open House Roma ai nastri di partenza

0
425

Un’occasione esclusiva per ammirare opere architettoniche di pregio, che fanno della capitale motivo di vanto e di bellezza, viene fornita da Open House Roma. La kermesse, che quest’anno si conferma con la sua ottava edizione dall’11 al 12 Maggio, apre gratuitamente le porte di residenze, palazzi, istituzioni, zone archeologiche, studi creativi, che in altri periodi non risultano accessibili al pubblico. Ben 180 sono i siti visitabili, vere e proprie “perle urbane” incastonate nel territorio cittadino, la cui preziosità viene accentuata dalla loro abituale chiusura, preservandone intatto lo stato di conversazione.

Quest’edizione di Open House Roma prevede inoltre 50 eventi e 15 tour, affiancati dal progetto editoriale Rooms, che racconta le storie e i protagonisti che rendono unico ogni luogo. Rooms parla ai visitatori usando il linguaggio della Firmitas (solidità) e Venustas (bellezza), i temi di questa rassegna nella rassegna insieme a Utilitas (utilità), che rappresenta il focus di Open House Roma 2019. “L’Utilitas è per la cultura classica una qualità che ogni architettura deve possedere. Indagare il rapporto tra le architetture e la loro “utilità” significa anche interrogarsi su quanto gli spazi siano in grado di trasformarsi nel tempo per rispondere ai bisogni in continuo mutamento”, si legge in una nota della kermesse.

Daniela Giannace