Una pagina può fare: La Piccola Farmacia Letteraria di Firenze sceglie i sentimenti!

Il tema del mese di Maggio? la felicità. Il progetto 'Una pagina può fare' colleziona successi.
0
152

Ve la ricordate si? La Piccola Farmacia Letteraria di Firenze, ideata da Elena Molini con l’obiettivo di curare l’anima con un buon libro. Un successo strabiliante che si riconferma grazie a “Una pagina può fare”: ogni mese sarà legato a una o più categorie di sentimenti e situazioni, nostalgia, amore, bassa autostima, cambiamento, abbandono, caos della vita moderna, dipendenze affettive. Sì perché ci sono sicuramente mesi in cui si è più facilmente preda di certi stati d’animo e un buon libro è un valido alleato per riflettere, trovare coraggio e valutare punti di vista alternativi.

Il Maggio di “Una pagina può fare” è dedicato alla Felicità, mese in cui ci si prepara al raccolto. Se è vero che ciascuno ha le sue ragioni per essere felice, è altrettanto vero che per raggiungerla tutti devono passare da un processo di consapevolezza di sé e autorealizzazione. A chi crede che questi siano appannaggio solo delle generazioni più giovani rispondono Sara Root e Massimo Vitali, con due splendidi libri dedicati rispettivamente agli anziani e agli over 40.

Siamo felici di offrire questo servizio di biblioterapia ai fiorentini e a tutti coloro che ci hanno mostrato affetto da ogni parte del mondo” ha commentato Elena Molini. “Tanti sono stati i “pellegrini” che in questi cinque mesi hanno affollato la libreria affascinati dall’idea che un buon libro possa curare l’anima. Con questo programma di prevenzione vogliamo essere ancora più vicini ai nostri lettori ovunque essi siano”.

Il 21 Maggio si è tenuto l’incontro con Sara Root, autrice di Social for Grannies – Cairo Editore, una collana di guide illustrate dedicate ai principali social network e pensate per le generazioni non native digitali. Un modo semplice e divertente per apprendere l’abc di internet, incluse alcune regole di galateo per evitare gaffe e affrontare ogni situazione con eleganza. Perché una strada per la felicità passa anche dal sentirsi liberi di esprimere se stessi e restare in contatto con le proprie passioni e le persone importanti.

Il 24 Maggio è stata la volta di Massimo Vitali, autore di Una vita al giorno – Sperling & Kupfer Editore, un romanzo che affronta quel fatidico momento prima degli “anta” in cui si fanno mille bilanci della propria vita, ci si chiede “Cosa ho fatto in tutto questo tempo?” ma anche “Cosa farò adesso?”. A metà tra fiction e autobiografia, al lettore si delineerà pian piano uno scenario fatto di piccole cose quotidiane e momenti speciali che se assaporati davvero portano alla felicità. Una strada semplice, ma non sempre così scontata.

Per tutti coloro che non hanno preso parte agli appuntamenti di “Una pagina può fare”, sul sito della Piccola Farmacia Letteraria sarà pubblicata una selezione di consigli letterari, nonché l’intervista con gli autori ospiti. Cosa aspettate a consultarla?