Sei stilisti emergenti vestono Barbie per il suo sessantesimo compleanno

Vogue UK ha invitato sei giovani designer inglesi a vestire Barbie in uno dei loro outfit preferiti. Scopriamo chi sono.
0
532

Vari eventi stanno sottolineando il sessantesimo compleanno di Barbie. L’iconica bambola che, di decennio in decennio, si trasforma e cambia come la società che la circonda.

Vogue non poteva sottrarsi a tale occasione e ha commissionato sei look ad altrettanti stilisti emergenti. Nel numero di settembre, già in edicola, sei brand, diversissimi per ispirazione ed estetica, posano con Barbie. Vediamo chi sono.

Cominciamo da Charles Jeffrey Loverboy che è, probabilmente, il più conosciuto del gruppo. Solo dopo poche Stagioni dal suo debutto è diventato uno dei nomi più attesi della London Fashion Week. La sua ispirazione nasce da una discoteca underground che gestiva nel 2014 e dalle bizzarre personalità che la animavano. Il look che ha creato per Barbie è l’esatta replica del vestito che ha chiuso la sfilata P/E 18. Collezione che esplora il tema del travestitismo durante i secoli. 

Simile il tema adottato da ART SCHOOL. Il brand di Eden Loweth e Tom Barrat, infatti, esplora da sempre il tema della fluidità di genere. Le loro collezioni hanno lo scopo di creare un dibattito attorno a questo tema oltre ad offrire capi adatti a persone che non-binarie. L’abito della loro Barbie rispecchia questa filosofia. Può essere indossato da uomini e donne. Ha abbottonature strategiche che permettono al vestito di adattarsi al corpo di chi lo indossa. Senza distinzione tra maschile e femminile.

Altro topic importante e ricorrente durante la LFW è l’eco-sostenibilità della moda. Richard Malone e Matty Bovan lo sviluppano in maniera diversa. Infatti, il primo si concentra su look glamour ma pratici, create usando materiali riciclati, il secondo sull’artigianalità, creando o trovando tessuti unici in tutto il Regno Unito.

Infine, Londra non è tale senza multiculturalità. Mowalola, stilista nata a Lagos, veste Barbie in una variante della collezione P/E 20, caratterizzata da look in pelle spruzzati con colori vivaci.

Suprya Lele, invece, si aggancia alle sue radici indiane. La sua Barbie, infatti, indossa un abito di raso che però ha il taglio di un sari tradizionale.

Questi sei look dimostrano la forza e la versatilità di Barbie: camaleontica e aperta al cambiamento.