Demna Gvasalia dice addio a Vetements.

Demna Gvasalia lascia il collettivo di moda Vetements, che aveva fondato nel 2014.
0
66

Demna Gvasalia, lo stilista georgiano 38enne, fa sapere attraverso una nota ufficiale che abbandona il colletivo di moda Vetements che aveva fondato nel 2014 con il fratello Guram Gvasalia. Era il 2014 quando Demna con la presentazione della collezione fall winter 2015 conquistò e stravolse le regole del mondo della moda, portando una ventata di freschezza e rivoluzionando, attraverso l’introduzione di un nuovo canone estetico e concettuale il fashion system. La collezione passerà poi alla storia per le maniche extra lunghe, che verranno poi imitati da molti, per le spalle enormi, per i volumi over e le hoody con loghi e scritte. Una collezione dirompente presentata in noto locale gay parigino, che conquisto il consenso di stampa e buyer, oltre che di numerosi fanatici della moda pronti a spendere cifre folli pur di aggiudicarsi una felpa di Vetemets.

La notizia è stata divulgata dal Women’s Wear Daily, che ha ricevuto un comunicato direttamente dai fratelli Gvasalia e nel quale Demna Gvasalia ha spiegato che «Avevo fondato Vetements perché ero annoiato dalla moda; contro ogni aspettativa la moda è cambiata una volta per tutte da quando è apparso Vetements e ha anche aperto le porte a molti. Così sento di aver portato a termine la mia missione da innovatore concettuale e del design in questo marchio eccezionale, mentre Vetements è maturato diventando un’azienda che può trasportare la sua eredità creativa in un suo nuovo capitolo». Dal canto suo Guram Gvasalia fa sapere che «Ciò che Demna ha realizzato nei passati cinque anni rappresenta un capitolo chiave nella storia di Vetements. Gli siamo grati per avere contribuito al successo della fashion house. Questo momento apre un’era di crescita per Vetements. Nel prossimo futuro annunceremo progetti e collaborazioni a sorpresa».

La maison fa inoltre sapere che Demna Gvasalia continuerà ad essere direttore creativo di Balenciaga, che sfilerà a Parigi il prossimo 29 settembre.