Janet De Nardis presenta la prima edizione del Digital Media Fest e racconta il suo primo corto da regista

Grande attesa per la prima edizione del Digital Media Fest in partenza il 29 Novembre, Tutti gli appuntamenti e novità del presente del mercato audiovisivo in tre giornate dense di eventi.
0
433

Sabato 19 Ottobre, nello Spazio Roma Lazio Film Commission presso l’Auditorium Parco della Musica durante la Festa del Cinema di Roma, è stata presentata la prima edizione del Digital Media Fest.

Una realtà fortemente voluta dalla fondatrice e direttrice Janet De Nardis, intenta ad affrontare questa nuova avventura con l’esperienza e lo spirito critico e avanguardistico di chi sa cogliere i cambiamenti del settore e comprendere la necessità di promozione di nuovi prodotti sempre più innovativi.

Il Festival internazionale dedicato ai prodotti digitali vuole essere proprio questo, un collegamento diretto tra quello che è il mercato cinematografico tradizionale, produzioni cinematografiche, filmakers e nuovi autori che si servono del web come canale distributivo. Tanti gli amici ed ospiti presenti in sala, tra gli intervenuti Cristina Priarone, Direttore di Roma Lazio Film Commission, Maria Giuseppina Troccoli, dirigente del Ministero dei Beni Culturali ed ancora Neva Leoni, Michela Giraud e Alessandro Guida rispettivamente attrici e regista della webserie “Involontaria”.

Novità assoluta e molto attesa è stata la proiezione del trailer di “Punto di rottura” il cortometraggio diretto da Janet De Nardis nato da un’idea di Marco Passiglia e scritto dai due insieme a Sergio Viglianese, in sala si sono raccontati gli attori Francesco Stella, Sofia Bruscoli e Francesco Ferdinandi, spiega Janet nei panni di regista :« Durante la mia carriera mi sono spesso occupata di produzione e ho sempre vissuto appieno il mondo del cinema, il punto di vista registico mi è sempre appartenuto ma c’è da dire che oltre a quella che può essere la forma mentis serve anche la giusta ispirazione ed intuizione per realizzare un buon prodotto. Punto di rottura nasce dalla necessità di dare risposta a tanti quesiti ed incognite a cui il mondo attuale che stiamo vivendo ci porta inevitabilmente. E’ la storia di due persone, ambientata in un futuro non troppo lontano, sopravvissuti ad una particolare situazione di disagio che vivono nonostante tutto il loro amore riuscendo a guardare la realtà attraverso gli occhi dell’altro».

Il Festival patrocinato da Mibac, 100autori, Sapienza, Roma Lazio Film Commission, Ancef, si terrà presso la Casa del cinema e presso l’Università la Sapienza di Roma, dal 29 Novembre al 1 Dicembre. Verranno affrontate tematiche importanti e più attuali che mai come la dipendenza da internet e educazione finanziaria attraverso il web. Tanti appuntamenti nel fitto programma, solo per citarne alcuni, la dodicesima edizione del premio Teletopi, l’oscar del video storytelling online, la presentazione della “Trilogia della Memoria”, un prodotto editoriale dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani con la regia di Giuseppe Muroni, ci sarà inoltre la proiezione di Discovery Rome, opera prima di Paco Lanciano divulgatore scientifico e collaboratore storico di Piero Angela.