Lunedì a colazione – Pianta un albero!

Tante piccole azioni green salvano il pianeta.
0
98

Lunedì a Colazione…

Fate un’azione green. La speranza (verde come il pianeta) è dare un contributo importante e personale al mondo che chiede aiuto. Se state pensando a Greta Thunberg siete sulla giusta lunghezza d’onda. L’onda verde, per l’appunto.

Il suo impegno contro il climate change e in favore di uno sviluppo sostenibile (lei ha solo 16 anni) stoppa il tempo nelle nostre quotidiane frenesie. E ci proietta in una dimensione che NON deve essere più futurista, ma attuale.

Il pianeta è malato di riscaldamento globale e noi dobbiamo fare qualcosa. Bene, iniziamo adesso, se non l’abbiamo già fatto. Come? Stamattina andate a lavoro in bici o a piedi (il risparmio di CO2 individuale è di 250 kg annui), magari passando per il parco, piccolo polmone verde della città. Ci sta che riusciate anche a comprare le carote o la frutta del produttore locale, km0 (si evitano 147 kg di CO2), cosa volere di più?

E poi, non comprate più bottigliette di plastica, sono così out! A tal proposito vi consiglio un sito molto carino da cui acquistare borracce green davvero sfiziose e innamorate dell’ambiente (24 Bottles).

Che ne dite, altresì, di riciclare, riciclare e riciclare? A casa, in ufficio, a scuola. Carta con carta, plastica con plastica, umido con umido. Pochissima o zero indifferenziata. Basta un secondo in più per fare qualcosa di buono.

Io per esempio stamattina ho piantato un albero. Tutti gli alberi fanno bene all’ambiente: assorbono Co2, emettono ossigeno e favoriscono la biodiversità. Seguite il mio esempio, andate al vivaio vicino casa, scegliete la pianta, recatevi in un posto favorevole alla sua crescita e armatevi di pollice verde. Se proprio non lo avete, delegate. Esistono molti siti internet sicuri su cui è possibile comprare e piantare un albero, adottandolo, seguendone la crescita e dando un concreto contributo a Madre Terra. Ve ne cito qualcuno: ‘ZeroCo2’, ‘Treedom’, ‘Ecosia’, ‘Tree-nation’, ‘Regala un albero’. Non abbiamo scuse.

Sappiate che Il surriscaldamento della terra minaccia l’ecosistema mondiale, dall’inizio del 1900 si sono estinte più di 400 specie di vertebrati, una perdita che in passato si verificava nell’arco di 10.000 anni. Tra meno di tre generazioni perderemo l’impollinazione naturale della api, insetti essenziali per l’ecosistema.

Questo Lunedì a colazione vi auguro di farvi del bene. Siate green!