Intervista ad Andrea Lutri, autore dell’opera “Poesie”

Per la rubrica FNM Book intervistiamo Andrea Lutri, autore della raccolta di poesie dal titolo "Poesie"
0
492

Andrea Lutri (Roma, 1975) è un avvocato, poeta e coordinatore editoriale della rivista telematica «Giustizia del Lavoro a Roma e nel Lazio».

È inoltre coautore del libro “Il Jobs act. Tutte le novità del Governo Renzi in materia di lavoro” (La Tribuna, 2015). La sua ultima opera è la raccolta in versi “Poesie” (Controluna, 2019).

«Di cosa tratta la tua raccolta Poesie?».

L’opera è una raccolta di emozioni, di stati d’animo, di sentimenti. Nelle poesie i personaggi si mettono a nudo. Esprimono le loro emozioni, così come le vivono, senza veli. Il libro è un’antologia di sentimenti, dove la vita dell’uomo viene descritta nel suo aspetto emotivo ed emozionale.

«Com’è strutturata la tua raccolta poetica? E a quale tipo di pubblico si rivolge?».

La raccolta non segue un ordine tematico. Le poesie sono raccolte come in un diario. Ogni pagina descrive un’emozione, uno stato d’animo legato a un determinato accadimento. La copertina dell’opera credo che esprima al meglio lo scopo di questo libro, che è quello di consentire al lettore di prendersi una pausa dallo stress e dagli affanni di tutti i giorni. Una fuga dalla realtà. Le poesie non hanno un pubblico predefinito. Sono rivolte a tutte le anime sensibili.

«Cosa provi quando scrivi una poesia, e cosa ti offre la dimensione poetica come autore e anche come lettore?».

Le poesie, come la musica, rappresentano la voce della nostra anima. Le anime sensibili, quando vengono toccate dall’ispirazione, si esprimono in versi, in canzoni, in opere d’arte. Le poesie nascono da emozioni e sono efficaci nella misura in cui provocano emozioni. Sono un lettore esigente. Se una poesia non mi distoglie dalla realtà e non mi cattura, vuol dire che non mi ha preso abbastanza.

«Qual è secondo te il ruolo del poeta ai giorni nostri?».

Come scritto poc’anzi, il poeta fabbrica emozioni. Il ruolo del poeta è quello dell’artista. La sua missione è quella di emozionare.

«All’interno della raccolta ci sono diverse poesie in romanesco. Che valore aggiunto ha apportato la lingua dialettale ai tuoi componimenti?».

Il dialetto rappresenta un modo di esprimere i sentimenti e gli stati d’animo particolarmente efficace, perché schietto, genuino, essenziale. Anche l’amore nei versi dialettali ci sembra più genuino, si mette a nudo. Il dialetto è lo sguardo vivido degli innamorati, la voce tremula dell’emozione, la rabbia di chi è stato ferito nell’orgoglio.

«C’è un luogo in cui ti piace particolarmente scrivere? Chi o cosa ha ispirato i tuoi componimenti?».

Le poesie richiedono concentrazione assoluta, silenzio, quiete. Le poesie nascono dal silenzio, ne descrivono la sostanza. Il silenzio è indispensabile per registrare le emozioni. Per questo quando scrivo le poesie ho bisogno di chiudermi in camera, lontano da tutto e da tutti.

«Sei a lavoro su una nuova raccolta poetica?».

Non smetto mai di scrivere poesie. Ne scrivo di continuo. Certamente di qui a breve troverò il tempo per raccogliere le tante poesie che ho sul pc, tra le note del cellulare o in agenda.

 

Titolo: Poesie

Autore: Andrea Lutri

Genere: Raccolta poetica

Casa Editrice: Controluna

Pagine: 80

Prezzo: 9,90

Codice ISBN: 978-88-8579-186-2

Contatti Andrea Lutri

https://it-it.facebook.com/andrea.lutri.1

https://it.linkedin.com/in/andrea-lutri-862632137

http://www.controluna.com/

http://www.controluna.com/prodotto/poesie/

https://www.amazon.it/Poesie-Andrea-Lutri/dp/8885791867/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=andrea+lutri+poesie&qid=1581946825&sr=8-1