Tutti vogliono #Salvoilkoso ma i germofobici non sono poi tanto convinti

#Salvoilkoso è l’oggetto anti panico da pandemia messo in vendita da Francesco Facchinetti
0
1046

Ma agli ipocondriaci, gli ansiosi, i germofobici chi ci pensa? #Salvoilkoso ovviamente (sarcasm mode on)! La pandemia diventa paranoiandemia e tutti vivono nella paura del proprio vicino, nella paura del “vairus” sempre in agguato.

Lo scenario

Uscire di casa per fare la spesa diventa una spedizione militare fra i bombardamenti del Covid 19 che c’è ma non si vede. Guardi con sospetto chi fa la fila accanto a te. Dici “Buongiorno!” al vicino di casa e lui pensa “Ma è pazzo? Mi sta salutando? Ma non lo sa che potrebbe nebulizzare dalla bocca la peste bubbonica?”. Il tutto mentre è bardato da cinque mascherine sovrapposte, dalle quali non potrebbero filtrare neanche le scorie nucleari di Chernobyl.

Non parliamo, poi, di aprire una maniglia: fa meno paura la porta degli inferi che il portone condominiale. Ed il bancomat? No, basta. Io non voglio più contanti! Che i barboni si aggiornino con i POS, perfavore!

Arriva #Salvoilkoso

E mentre ci trasformiamo in tanti piccoli Woody Allen, facendo calcoli sulle possibili trasmissioni del vairus e ripercorrendo mentalmente i nostri movimenti al supermercato (manco fossimo detective sulla scena del crimine), arriva #Salvoilkoso a “salvarci” la vita.

Ma cosa sarebbe? Sembra un banale portachiavi (ed in effetti lo è) che però, grazie alla sua particolare forma, ci permette di aprire le porte, spingere i tasti del bancomat, aprire la cassetta delle lettere o pungolare il vicino di fila che non rispetta il distanziamento sociale (possibilmente con la punta precedentemente infettata). È Francesco Facchinetti ad annunciare l’arrivo di #Salvoilkoso sul suo profilo Instagram e collega, tramite Swipe Up, il link all’online store dove il modello basic è già andato sold out.

Non solo possiamo scegliere fra tante varianti kitch come lo zebrato, il giraffato o i classici pois, ma possiamo anche vantarci con gli amici (in videoconferenza, che credevate?) di possedere un oggetto realizzato con un materiale usato in campo aerospaziale. Ed ora che differenza passa fra noi e Luca Parmitano? Nessuna!

L’immancabile polemica sui social

Insomma, #Salvoilkoso è il Messia che stavamo aspettando durante la pandemia ed arrivato ancor prima potessero aprire le chiese (sarcasm mode potenziato)! Certo, non sono mancati i commenti durissimi sui social network di Facchinetti perchè, giustamente, c’è chi si chiede: “Ma dopo aver toccato porte, bancomat o cassetta delle lettere, lo infilo nella borsa o in tasca con la punta infetta?”.  Facile: il costo è 11.90 € (quello basic) quindi se siete ricchi come Facchinetti, lo potete anche buttare. Altrimenti, potete portarvi dietro tutto l’occorrente per disfintettarlo: Amuchina, salviette, una squadra di medici etc. Ma allora… non facevate prima ad aprire la porta con un Kleenex?

Questioni di business

Una cosa è certa: Facchinetti sa come fare business! Dato il suo seguito ed il numero altissimo di followers è riuscito, in pochissimi giorni, ad avviare una vera e propria impresa. E per questo ha tutta la nostra stima. Ci piace la sua capacità di osare, talvolta con stravaganza. Ed è innegabile che i suoi “colpi di testa” si sono rivelati grandi successi, spesso e volentieri.

Il nostro messaggio (serio stavolta!)

Dopo tanta ironia, lanciamo un messaggio serio e responsabile: abbiate cura dei vostri movimenti, rispettate le norme igieniche consigliate (fatelo sempre, non solo durante la pandemia!) ma con tranquillità e senza ansia spasmodica! Riprendiamoci le nostre vite senza la paura del nostro concittadino, riprendiamoci gli spazi delle nostra città. Ed ogni tanto, spegniamo il telegiornale e godiamoci il sole perchè la bella stagione è già arrivata! Stay safe, stay positive!