Intervista a Celo, la cantante siciliana colpisce ancora con un nuovo singolo

La cantante siciliana Celo torna con un nuovo singolo R&B dal ritmo vibrante e pieno di ricordi.
0
142

Uragano di energia e positività, di valori gentili e tanta bellezza, all’anagrafe Celeste De Lisi, nome d’arte Celo, la cantante siciliana emergente nella scena R&B italiana, torna con una nuova canzone “Come sei”, terzo di cinque singoli – il primo, è “Ricordati di me”, il secondo è “Grazie a Celo” – che usciranno fino a giugno 2021 e che saranno raccolti nel disco in uscita ad ottobre.

Nata e cresciuta a Palermo, Celo inizia a studiare canto nel 2006 nelle più importanti accademie musicali palermitane. Partecipa a diversi concorsi come il “Premio Filippo Alotta” e il “57° Festival di Castrocaro“, arrivando alle semifinali nazionali. Fa parte del quartetto polifonico “CUPido” con il quale nel 2014 attira l’attenzione del programma televisivo Italia’s Got Talent, grazie allo spettacolo coreografico di Cupsong. Passa alle semifinali con quattro sì e con lo stesso gruppo si esibisce in diversi locali. Da questo momento davanti a lei si presenta una strada tutta in discesa fatta sempre e comunque di studio e formazione presso accademie rinomate quali: l’Accademia Spettacolo Italia di Roma e l’Accademia Romana Fenice Academy of Arts, grazie alle quali affina la sua personalità artistica. Dopo diverse collaborazioni e re-make di classici pop e R’n’B (come “Never too much” di Luther Vandross, per citarne uno) e alcuni brani inediti in lingua inglese (come “Tell me baby” con DjTaz e un featuring dell’artista belga MG-The General), è proprio nel 2020 che Celo si dedica a brani del tutto suoi, dando voce, parole e musica che rispecchiano le sue più grandi passioni: l’R’n’B, la danza e l’amore per la vita. “Nella società di oggi ci troviamo davanti ad una continua ricerca di se stessi, di dire ciò che si pensa ed il bisogno più che mai di veicolare le emozioni in modo trasparente e senza filtri. Senza ipocrisia. Ho fatto del mio stile, il linguaggio con cui voglio esprimere questa idea”, ha confessato Celo. Nel frattempo, sempre per il suo incessante e instancabile desiderio di esprimersi in musica, decide di lanciare, in qualità di artista emergente indipendente, un nuovo progetto che porterà a breve all’uscita del suo primo album.

Celo ama scrivere storie di vita comune in cui ognuno si può rispecchiare e riconoscere nella quotidianità. L’artista ama creare canzoni che attirano l’attenzione degli ascoltatori affinché quel testo possa ricordare la loro storia. “Come sei”, difatti, scritto da Celo con la collaborazione di Jacopo Ratini e prodotto, missato da Jacopo Mariotti, mastering a cura di Alessandro Di Nunzio, “racconta di un ragazzo che, perdendo la memoria a causa di un incidente stradale, inizia a ricordare qualcosa di forte che lo ha segnato profondamente: la sua storia d’amore”, afferma Celo. “Una storia che ricorda in modo etereo e profondo, ma che a causa di incomprensioni, dettate da uno stile di vita diverso, finisce e prende il sopravvento la nostalgia per qualcosa di vero e bello che ormai non esiste più, se non solo nei suoi ricordi”, continua la cantante.

FashionNewsMagazine ha incontrato l’artista per i suoi lettori.

Sai ballare e cantare, insomma sei un’artista completa. Ti va di raccontarci un po’ come nasce questa tua passione per entrambe le discipline artistiche?

Ancora prima del canto, ciò che nasce dentro di me è il bisogno incessante di esprimermi che, percepito da mia mamma, si completa e si asseconda con l’iscrizione a danza classica all’età di soli 4 anni. È da lì che inizio a capire, nonostante la mia tenera età, non solo quanto mi piacesse il movimento del corpo accompagnato dalla musica, ma anche essere al centro dell’attenzione su un palco importante come quello del Teatro Al Massimo di Palermo, dove ci esibivamo in occasione dello spettacolo di fine anno. Il canto subentra poco dopo. Ricordo che mi piaceva imitare Giorgia, Laura Pausini o Tiziano Ferro, inserendo, durante le mie performance, anche qualche balletto. Si può dire che le due cose hanno camminato quasi di pari passo e, senza dubbio, che intrattenere è stata sempre una costante della mia vita”.

Il tuo percorso è ricco di studio e formazione presso importanti e rinomate accademie e di collaborazioni con personaggi influenti nel panorama artistico. Cosa ti hanno lasciato queste esperienze indimenticabili?

Mi hanno lasciato cose belle. Molto belle e importanti. Senza queste esperienze non sarei la persona e l’artista che sono adesso. Sono cresciuta tanto in questi ultimi anni, sia personalmente che artisticamente. La scrittura ti fa maturare. Da quando ho iniziato a scrivere le mie canzoni ho sempre cercato di migliorare me stessa e sento di esserci riuscita. Un conto è scrivere per se stessi, col proprio quadernino magico che poi chiudi, metti dentro al cassetto e nessuno leggerà e un conto è mettere su carta qualcosa che un domani farai leggere/ascoltare a chiunque, consapevole che quella creatura non sarà più solo tua, ma magari apparterrà anche alla vita di qualcun altro”.

Sei una giovane cantante promessa della musica italiana. Perché hai scelto di dedicarti al genere dell’ R&B? Cosa significa per te?

L’R&B è il genere musicale che mi appartiene, in assoluto. Questa musica ha un potere incredibile per la mia anima, riesce a farla vibrare. Quando ci penso, immagino il flusso di energia che diventa calore, provocando letteralmente del benessere, come se fosse un balsamo per l’anima. Ecco cosa accade dentro di me quando ascolto o creo questa musica. Non sarebbe fattibile ad esempio con il rock nonostante apprezzi comunque il genere”.

Tra le tante qualità che possiedi, sei anche una talentuosa cantautrice. Come nascono le tue canzoni? Quali sono le emozioni che ricerchi e che ti danno ispirazione?

Grazie per il complimento. Io parlo sempre di good vibes: sono proprio queste a farmi scaturire questa energia positiva che mi porta a creare melodie, frasi, testi e canzoni intere. Mi definisco una cantautrice un po’ diversa, non sono una di quelle che scrive col malumore, di notte mentre tutti dormono o perché ha avuto una giornata storta. Ci ho provato, ma non fa per me. Io sono quella che scrive quando sente un equilibrio interiore, un benessere mentale e fisico, quando fuori c’è il sole che mi riscalda oppure quando penso alla natura che accoglie la sua fauna. Questo è quello che ricerco e che spero di trasmettere a tutti: Good vibes”.

Un talento dall’energia pazzesca, un vulcano di positività e good vibes che, come dice lei stessa, spera di comunicare sempre ai suoi ascoltatori e a chiunque la circondi. “Il mio obiettivo è quello di far vivere l’R&B anche in Italia, raccontando appunto in lingua italiana storie di vita comune, in cui ognuno di noi si possa rispecchiare e che con la musica possa percepire le cosiddette good vibes”. (Celo).