Ferie Finite? Stress Post Vacanza…

0
1297

E

Di Dorigiulia Nuzzi

Ferie  Finite? Stress Post Vacanza…


Alla ripresa dei ritmi lavorativi, non è raro provare spossatezza, emicranie, ansia.

Il post holidays blues”, come lo chiamano gli inglesi, o semplicemente sindrome da rientro dalle vacanze è sofferto da tanti italiani, in misura più o meno intensa.

Alla ripresa dei ritmi lavorativi, infatti, non è raro provare spossatezza, emicranie, ansia,tachicardia; questo stato di malessere, viene in genere superato nell’arco di una decina di giorni, il tempo normalmente richiesto per adattarsi alla nuova routine.

Nei casi non patologici, la cosa migliore da fare è affrontare il rientro in modo graduale, dandosi il tempo per acquisire il cambiamento, senza forzature, possibilmente mantenendo vivo qualche elemento di svago proveniente dalla vacanza, come può essere fare del moto, una passeggiata, una nuotata, un giro in bicicletta, magari proprio per andare a lavoro.

Il nostro sistema psico-fisico fa fatica a riabituarsi al ritmo lavorativo dopo una pausa vacanziera. Quando il cambiamento richiesto al nostro corpo è troppo repentino l’organismo reagisce attivando un segnale di emergenza attraverso delle risposte atte a fronteggiare la situazione, ancor peggio se lo stress è accompagnato da una vacanza non soddisfacente.

Caldo, sole, mare e, soprattutto, vacanze estive sono agli sgoccioli, per molti, la “pacchia”  è finita, per lasciare spazio all’autunno e agli impegni, al lavoro e alle responsabilità; oltre a questa delusione c’è lo stress da rientro, quella antipatica sensazione, che, spesso, accompagna il triste ritorno alla realtà di tutti i giorni.

Ottimi alleati contro questo stato di malessere sono il sole perchè è perfetto per tirare su il morale, la luce solare aiuta a riadattare efficacemente l’orologio biologico ai nuovi ritmi quotidiani e stagionali, lo sport e il movimento sono l’ideale, non solo per mantenere la forma fisica, ma per la mente e l’equilibrio psicofisico.

Una corsa o qualche vasca di nuoto in piscina, non importa, l’importante è muoversi, perché durante l’attività fisica nell’organismo vengono rilasciate le endorfine, le sostanze chimiche che favoriscono il buon umore, utili per scacciare la fatica e per lasciarsi alle spalle malessere, debolezza e stress.

Un ulteriore rimedio potrebbe essere dormire molto bene, iniziare a programmare una gita fuori porta, organizzare un week end di relax, perché  il semplice fatto di  prevedere di fare una vacanza regala felicità e quindi attenua lo stress.

Settembre è un mese fantastico per i buoni propositi, bisogna focalizzare quell’energia a riprendere gli hobby o iniziarne di nuovi.