Pancake di melanzane per Eleonora Brigliadori

1
327

Moreno Amantini Come ti cucino il Vip Fashion News Magazine (187)

Di Moreno Amantini

L’attrice seguace del medico Hamer.

Cari amici e care amiche di Fashion News Magazine ben trovati! Qualcuno di voi se la ricorderà come telefonista di Portobello, celebre programma Rai con Enzo Tortora, altri come annunciatrice di Canale 5, altri ancora come attrice al fianco dell’indimenticabile Alberto Sordi nella pellicola “Sono un fenomeno paranormale”.

Tutto questo, e molto altro ancora, è Eleonora Brigliadori, fino a pochi anni fa personaggio molto amato del mondo dello spettacolo. Perché dico fino a pochi anni fa? Perché la bella Eleonora, negli ultimi anni, ha legato la sua immagini a situazioni, se vogliamo, un po’ scomode esposte mediaticamente con metodi e sistemi decisamente forti. Di poche settimane fa un servizio de Le Iene in cui Eleonora Brigliadori viene rintracciata mentre persuade alcuni malati di cancro a non sottoporsi alle classiche cure mediche che tutti conosciamo. Seguace del cosiddetto metodo Hamer, la Brigliadori sostiene che ogni patologia è frutto di traumi o conflitti non risolti. Cancro incluso.

eleonora-brigliadori2

Premesso che viviamo in una società in cui, fortunatamente, e sottolineo fortunatamente, la libertà è un valore e un diritto di tutti, e in base a tale asserzione ognuno di noi è libero di fare e credere in quel che vuole, va comunque sottolineato il principio secondo il quale la tua libertà finisce dove inizia la mia. Detto questo se la Brigliadori è convinta che da un cancro ci si curi con la spiritualità e con la forza del proprio corpo, mi viene da sorridere. Magari fosse così! Ca va sans dire…

Purtroppo conosco personalmente le cure che oggi sono a disposizione per combattere questa patologia. La chemioterapia è sicuramente invasiva e, spesso, provoca effetti collaterali non piacevoli ma ricordatevi: con la chemio o con la radio se il tumore è preso in tempo si può guarire. La prevenzione è fondamentale ma queste cure sono necessarie. La ricerca fa progressi continui e molti tumori ad oggi non sono più letali. Comprendo il dolore della Brigliadori quando dice che sua madre è morta per la chemio. Comprendo la rabbia, comprendo tutto ma mettere in giro certe convinzioni, soprattutto a persone che stanno affrontando un periodo difficile e pieno di paure lo trovo agghiacciante. Vedere nel servizio de Le Iene, una Brigliadori in tunica bianca con tanto di bastone alla Mago Merlino fare una sorta di cerchio magico, mi ha messo una tristezza inaudita. Vedere persone che le davano manforte mi ha sconfortato ancora di più.

Brigliadori-4-800x400

Cara Eleonora, anche la mia mamma è un angelo oggi. Questo brutto male ha portato via anche lei. Ha fatto tante cure. Chemio e radio comprese. Da quando le è stato diagnosticato per i successivi due anni ha vissuto benissimo facendo una chemioterapia molto particolare che non le provocò nessun effetto collaterale. Purtroppo il male, anche per una inadeguata prevenzione, è stato scoperto tardi e le metastasi hanno fatto il resto. Anche io ho visto la mia mamma soffrire, come la tua. Anche io ho visto la mia mamma morire, come la tua. Se mi dovesse capitare quello che è successo alla mia e alla tua mamma, non so come mi comporterei. Di una cosa però sono certo: non direi mai, e sottolineo mai, a nessuno di rifiutare le cure. Non farlo neanche tu. Sperando tu possa riflettere su queste mie ultime parole, ti dedico la mia ricetta: Pancake di melanzane!

Melanzane alla Moreno FNM

Procuratevi un paio di melanzane, un paio di uova intere, della farina, sale, olio per friggere, una mozzarella e delle alici sott’olio.
Tagliate le melanzane a fette tonde grossolane. (Devono essere di nm pari) Passatele nella farina poi nell’uovo e friggetele. Lasciatele freddare. Una volta fredde prendete una melanzana e disponetevi sopra una fetta di mozzarella e un’alice. Coprite con un’altra melanzana e chiudete con uno stecchino. Fatelo per tutte le melanzane. Passatele in forno per qualche minuto fintanto che la mozzarella si fonda. Servite caldo.
Dal mondo dei Vip e della cucina per il momento è tutto. Ci vediamo, anzi, ci leggiamo la prossima settimana! Mi raccomando, “Occhio al Vip e … leccatevi i baffi!

Comments are closed.