Lediesis: la street art che strizza l’occhio

Lediesis sono delle street artist anonime che negli ultimi mesi stanno spopolando grazie alle loro opere con i super poteri
0
130

Una vera rivoluzione quella delle “Lediesis” che sta spopolando sempre di più.

Sono delle artiste di strada di cui non conosciamo né nome né volto, sappiamo solo che la loro arte è diretta e fortemente femminista, proprio come piace a noi!

Chi sono le “Lediesis”

Le loro raffigurazioni sono legate dallo stesso filo conduttore: rappresentare donne forti che in un modo o nell’altro hanno, o stanno, rivoluzionando il ruolo della donna. Per farlo scelgono solitamente le finestre cieche o gli archi delle città più belle di Italia, come Firenze, Bari, Milano, Napoli o Roma.

Queste donne sono raffigurate come supereroine e in quanto tali portano sulle loro maglie la S di Superman.

“Lediesis” vedono crescere il loro seguito sui social continuamente ed ormai da mesi, in ognuna delle città che ospita la loro arte, si creano delle vere e proprie cacce al tesoro per scovare queste bellissime donne.

La parte più divertente è che tutti i disegni fanno l’occhiolino al passante che le trova, come segno di sostegno reciproco e fratellanza.

Il loro messaggio

La volontà è quella di far capire che in ognuno di noi si nasconde un supereroe, soprattutto nel caso delle donne, che ancora oggi devono lottare per i loro diritti.

Queste figure rappresentano la voglia di farcela dimostrando come l’arte sia il mezzo migliore per dimostrare il proprio valore.

La street art tra tutti i tipi di arte è sicuramente quella più a contatto con il pubblico: potersi accorgere di un’opera durante una giornata qualsiasi, la avvicina drasticamente a chi la sta guardando.

Le opere sono tutte dipinti in acrilico su carta velina, prima realizzate e poi attaccate durante la notte.

“Lediesis” hanno già organizzato due mostre: la prima a Napoli, con “Superwomen 8 Donne x 8 Città” al Museo Archeologico Nazionale; per poi trasferirsi al Semiottagono delle Murate in collaborazione con il MAD – Murate Art District di Firenze.

Nella speranza di scovare una delle loro opere il prima possibile, non possiamo che sostenere l’arte in ogni sua sfumatura; e fare l’occhiolino a queste supereroine che ci hanno conquistati.

a cura di Elisa Guazzini