Aspettando gli Oscar 2022: tutte le donne in nomination

La cerimonia più attesa dell’anno è in arrivo! Rivelate le candidature.
0
475
Oscar, donne in nomination
Le donne in nominatione per la notte degli Oscar

Manca ancora più di un mese ma si sente già aria di Hollywood. Si, perché dopo il successo del 2021 la notte degli Oscar arriva il 27 Marzo al Dolby Theatre di Los Angeles. Le nomination, uscite da pochissimo, sono già ovunque sul web. Ma noi abbiamo voluto approfondire il lato femminile della “faccenda”.

Cominciamo però da una curiosità: sapete chi è l’attrice che ha vinto più Oscar in assoluto? Si tratta di Katharine Hepburn, con ben quattro statuette. Seguita da Ingrid Bergman, Meryl Streep e Frances McDormand tutte con tre statuette sullo scaffale di casa (che non sarà sicuramente di Ikea).

Avete già fatto la vostra previsione riguardo le candidature di quest’anno? Tifate per qualcuno? Noi abbiamo le nostre preferenze,e tifiamo per più di una… ma aspetteremo lo svolgersi degli eventi.

Chi sarà la migliore attrice protagonista della notte degli Oscar 2022?

Jessica Chastain – Gli occhi di Tammy Faye

È la terza nomination per l’attrice, che ha vinto un Golden Globe nel 2013 per Zero Dark Thirty e tre Critics’ Choice Movie Award. L’attrice di Sacramento, viene ricordata per la sua interpretazione ne The Three of Live e The Help.

Olivia Colman – La figlia oscura

Nel 2019 ha vinto l’Oscar come Miglior Attrice per “La Favorita”. Questa è la sua terza candidatura. Ha vinto due Golden Globe, tre BAFTA ed un Emmy Award.  È nota ai più per la sua interpretazione della Regina Anna di Gran Bretagna nel film “La Favorita” e, più recentemente, per The Crown dove veste i panni della regina Elisabetta II.

Penélope Cruz – Madres paralelas

Per la bellissima Penelope è la quarta candidatura agli Oscar, dopo aver vinto quello come Miglior Attrice non Protagonista per Vicky Cristina Barcelona. Ha vinto, fra gli altri, anche un premio BAFTA, un David di Donatello ed una palma d’oro al Festival di Cannes. La sua fama è legata a diverse pellicole di Pedro Almodovar e Woody Allen.

Penelope Cruz al Festival del Cinema di Venezia

Nicole Kidman – Being the Ricardos

L’attrice australiana è candidata per la quinta volta dagli Academy, dopo aver portato a casa il titolo di Migliore Attrice nel 2003 per la sua magistrale interpretazione di Virginia Wolf nel film The Hours. Fra i tantissimi premi vinti, ben cinque Golden Globe, un BAFTA e due Emmy. Un film rappresentativo? Sono tantissimi, ma la ricorderemo sempre per ruoli ormai iconici come quelli di Moulin Rouge, Eyes Wide Shut, The Others e naturalmente il sopracitato The Hours dove è praticamente irriconoscibile!

Kristen Stewart – Spencer

È la prima candidatura per l’attrice agli Oscar, che in Spencer veste i panni dell’amatissima Lady Diana. Ha portato a casa un BAFTA, due People’s Choice Awards, sette MTV Movie Awards e ben nove Teen Choice Awards. Naturalmente la sua fama è legatissima al successo della saga di Twilight, ma l’attrice sta lavorando sodo per scrollarsi Bella Swan di dosso.

Kristen Stewart nei panni di Lady Diana

Chi sarà la Miglior attrice non protagonista?

Jessie Buckley – La figlia oscura

Prima candidatura agli Oscar per la giovane attrice nota per i film Judy e A Proposito di Rose.

Ariana DeBose – West Side Story

Anche per Ariana DeBose è la prima candidatura agli Oscar. La cantante e ballerina, è entrata nel mondo dello spettacolo con la partecipazione al reality So You Think You Can Dance, per poi sbarcare a Broadway. La sua interpretazione di Anita nella nuova versione di West Side Story diretta da Steven Spielberg le ha già portato un Golden Globe.

Judi Dench – Belfast

È l’ottava candidatura all’Oscar per l’iconica attrice, che aveva vinto la statuetta nel 1999 con la sua strabiliante interpretazione della Regina Elisabetta I nel capolavoro di John Madden, Shakespeare in Love. La sua carriera si svolge prettamente sul palco del teatro, precisamente per la Royal Shakespeare Company, ma dalla metà degli anni ’80 approda sul grande schermo, con una filmografia sterminata che arriva fino ai nostri giorni.

Semplicemente iconica, Judi Dench sul set di Shakespeare in Love

Kirsten Dunst – Il potere del cane

È la prima volta che Kristen Dunst è fra le nomination degli Academy Awards, dopo tante, tantissime pellicole. La ricordiamo fin da bambina, una enfant prodige che ha saputo affiancare in modo brillante attori del calibro di Tom Cruise e Brad Pitt; o ancora il rimpianto Robin Williams in Jumanji. Da adulta, la associamo alla trilogia di Spiderman, ma anche alla sua splendida interpretazione di Maria Antonietta nel film di Sofia Coppola.

Una giovanissima Kirsten Dunst con Brad Pitt nel film Intervista col Vampiro

Aunjanue Ellis – King Richard

Prima candidatura anche per l’attrice di San Francisco, che abbiamo conosciuto grazie alla pellicola premiata The Help. Il volto non vi è nuovo, vero? Certo! L’avete vista su Quantico, NCIS: Los Angeles, The Good Wife, The Mentalist ed in altre serie TV.

Sarà una donna a portarsi a casa il premio Oscar per la Miglior regia?

Unica donna in nomination come Miglior Regia è Jane Campion con la pellicola Il potere del cane. È la sua quinta candidatura all’Academy, dopo aver vinto la statuetta nel 1994 per la Migliore Sceneggiatura Originale del film Lezioni di Piano. Lo stesso lungometraggio, l’ha portata fino a Cannes dove le è stata consegnata una Palma d’Oro. “Il potere del cane” è un film distribuito da Netflix che si è già aggiudicato il Leone d’Argento al Festival di Venezia e due Golden Globe.

 

Chissà… magari fra queste tre musiciste ci sarà il prossimo premio Oscar 2022…

“Be Alive” – Beyoncè (King Richard)

È la prima volta che una canzone di Beyoncé riceve una nomination agli Oscar. Dopo 28 Grammy Awards ed una serie infinita di altre statuette prestigiose, la Queen Bee arriva agli Academy! Beyoncè si è più volte “infiltrata” nel mondo del cinema. Dagli esordi, con le Destiny’s Child, la cui canzone Indipendent Woman fece da colonna sonora al film Charlie’s Angels. Poi, approda sul grande schermo nella pellicola Dreamgirls, che ripercorre in modo fantasioso la carriera delle Supremes e di Diana Ross. La sua migliore interpretazione è però quella di Etta James nel capolavoro Cadillac Records.

Beyoncè interpreta Etta James nel film Cadillac Records

“No Time to Die” — Billie Eilish (No Time to Die)

Primissima nomination per Billie Eilish, che però non è di certo nuova ai riconoscimenti. Grammy a parte, sapevate che è entrata due volte nel Guinness dei primati? La prima volta per essere stata l’artista femminile con il maggior numero di entrate in contemporanea nella Billboard Hot 100 e la seconda volta per essere la donna più giovane al primo posto della Official Album Chart.

“Somehow You Do” — Diane Warren (Four Good Days)

Il nome non vi dice nulla? Eppure se iniziassimo a canticchiare qualcuna delle canzoni da lei composte suonerebbe senz’altro più di un campanello. È l’autrice musicale donna più prolifica al mondo, i suoi brani sono presenti in più di 70 film. Qualche esempio? Armageddon (si proprio la super hit degli Aereosmith I don’t want to miss a thing), Pearl Harbor, Burlesque o Ghostbusters. Volete sapere quali artisti hanno cantato le sue canzoni? Vene diciamo solo alcuni: Aretha Franklin, Whitney Houston, Tom Jones, Eric Clapton, Ringo Starr, Cèline Dion, Beyoncè, Cher, Rihanna… e perfino i Kiss!!  È la sua dodicesima candidatura all’Oscar, ma statuetta o meno… a lei cosa cambia con un curriculum del genere?

Seguici sui social.