Tutto ciò che c’è da sapere sui vini dello Jura

Tra la Borgogna e la Svizzera, ai piedi delle Alpi, lo Jura regala produzioni uniche, come il vin jaune ed il vin de paille
0
92

Confinante con la più celebre Borgogna, lo Jura si distingue dalle altre regioni vinicole francesi per le sue produzioni uniche, in primis il vin jaune ed il vin de paille.

Fortemente identitaria ed a lungo ignorata dai grandi mercati, la regione vinicola dello Jura si trova nel bel mezzo di una straordinaria rinascita. Orgogliosa delle sue origini e particolarità, una nuova generazione di viticoltori sta portando alla luce l’eccezionale qualità e la grande diversità dei vini di questa piccola regione situata a cavallo tra la Borgogna e la Svizzera, ai piedi delle Alpi.

Dotato di una grande diversità di terroir, lo Jura produce vini rossi e rosati molto originali da vitigni autoctoni come Poulsard (chiamato anche Ploussard) e Trousseau. Quest’ultimo in particolare dà vita a vini dal colore tenue, ricchi di tannini, con un sapore rotondo appena ammorbidito dall’aggiunta di una piccola percentuale di Pinot Noir durante la vinificazione.

Le vere chicche della regione sono, però, i particolarissimi vini bianchi. Alcuni vengono prodotti a base di uva Chardonnay in purezza, che però da queste parti a volte manca della potenza e classe che caratterizza i vini della vicina Borgogna, ma trova in alcuni terroir nei dintorni della cittadina di Arbois un’espressione originale e gustosa e per di più a prezzi molto ragionevoli.

La meraviglia dello Jura è però il vin jaune o vino giallo, elaborato a base dell’uva Savagnin, che risulta essere un vitigno eccezionale, ricco di alcol e acidità naturali, e che ben si presta all’invecchiamento. Nel particolare processo di vinificazione del vin jaune mentre questo si trova in botte per l’affinamento i lieviti formano un velo benefico che proteggerà il vino per sei lunghi anni e gli permetterà di approfondire lentamente il suo sapore. Dove altrove si produrrebbe aceto, qui nasce questo eccezionale “vino giallo”, dal sapore inimitabile di noci e spugnole.

L’altra specialità dello Jura è il vin de paille, un vino passito ottenuto da uve raccolte a perfetta maturazione e lasciate appassire sui graticci. Il processo di essiccazione aumenta naturalmente la concentrazione di zucchero e alcol dando come risultato vini dolci con una fragranza più potente che sottile. Sempre più spesso i viticoltori si cimentano anche nella vinificazione del Savagnin ouille o naturé, dimostrando che l’espressione di quest’uva non può essere ridotta al particolare processo di ossidazione che dà vita al vin jaune.

Pur essendo un territorio ridotto ad appena 2000 ettari coltivati, lo Jura è dunque patria di diversi vitigni ma anche di varie denominazioni. Tra queste troviamo: Arbois, dove vengono prodotti vins jaunes, vini bianchi, rossi e rosati generosi, molto aromatici, un po’ più fini e universali rispetto ad altrove; Côtes du Jura, da dove arrivano i sorprendenti vini bianchi Savagnin di Voiteur, Château-Chalon, la zona da dove provengono i vin jaune più rinomati e di impareggiabile longevità; L’Etoile, più al sud, dove si producono solo vini bianchi di grande finezza; Crémant du Jura, denominazione che riguarda i vini spumante della regione; e Macvin du Jura, vino liquoroso prodotto con l’assemblaggio di mosto d’uva con l’acquavite Marc du Jura.

Tra i principali produttori della regione vanno segnalati Domaine Jean François Ganevat, Domaine l’Octavin, Frederic Cossard e Nicolas Jacob. Essendo vini difficili da trovare presso la grande distribuzione italiana, il modo migliore per acquistare il vino dello Jura è attraverso la piattaforma online offerta dall’enoteca Svino.it che mette a disposizione un eccellente e variegato catalogo a prezzi abbordabili. Altro modo di scoprire lo Jura è attraverso eventi e degustazioni. Dopo due anni di assenza, il Percée du vin jaune, un evento emblematico per scoprire la nuova annata di vin jaune dopo i lunghi anni di invecchiamento, è tornato a celebrarsi per la sua XXIV edizione ad inizio aprile nel piccolo villaggio di Cramans.