La bellezza non ha età: ecco svelati i trucchi del visagista Pablo Gil Cagné

Come prevenire e sconfiggere i segni dell’età sulla pelle? ve lo sveliamo con un’intervista al visagista e make up artist Pablo Gil Cagné
0
104

L’invecchiamento della pelle è un destino con il quale prima o poi dobbiamo fare i conti. Per fortuna ci siamo noi che siamo pronti a regalarvi consigli su come trattare i primi segni dell’età e come prevenirli.

Pablo Gil Cagnè è un make up artist e visagista di fama internazionale e durante l’ intervista darà alcuni suggerimenti su come curare la pelle e il suo invecchiamento; insieme a questo consiglierà i trattamenti make up più adatti.

Facciamo un passo indietro e prima di capire come trattarlo, capiamo quanti tipi di invecchiamento esistono

Esatto! Esistono ben due tipi di invecchiamento: quello intrinseco e quello estrinseco.

Il primo, anche detto “cronoinvecchiamento”, è dovuto al passare degli anni e dipende solamente dal DNA della persona; il secondo invece deriva da fattori esterni, il suo principale responsabile è lo stress ossidativo, ma a questo si aggiungono le cattive abitudini come il sole, l’alcool, il fumo o la vita sedentaria. Il fumo è colpevole delle rughette ai lati delle labbra, dette “codici a barre”: il movimento di aspirazione causa la contrazione muscolare del muscolo paraboccale e di conseguenza i piccoli segni sulla pelle. Stesso discorso per le così dette “zampe di gallina” ovvero le grinze perioculari, causate dalla contrazione del muscolo orbicolare.

Queste rughe si chiamano “mimiche” e, soprattutto negli anni passati, venivano eliminate tramite l’uso del botox: questo, essendo una tossina neuromodulatrice, riesce a modulare la contrazione dei muscoli, donando al volto quell’effetto spianato, tanto da causare una rigidità espressiva incredibile.

Segni della pelle

Quali sono i rimedi estetici all’invecchiamento?

Ormai in commercio possiamo trovare molti prodotti utili proprio a combattere i segni dell’invecchiamento, la nostra stessa linea “Baldan Group” ne propone diversi. Abbiamo una vera e propria linea dedicata al contorno occhi e labbra, in quanto sono queste le zone più sottili e quindi più aggredite dalle rughe.

Le occhiaie per esempio sono dovute al mal funzionamento del fegato, oppure sono causate dai capillari arteriosi o venosi che colorano la pelle con questi “dark circles”.

Esistono dei patch utili a combatterli, veloci e pratici: si applicano nel contorno occhi ed agiscono con un liquido a base di acido ialuronico e collagene. Il primo idrata mentre il secondo elasticizza la zona.

Io li utilizzo molto soprattutto in eventi come i matrimoni, dove la sposa agée ha bisogno di un piccolo booster, negli occhi ma anche nelle labbra.

Noi offriamo anche trattamenti di “eyes pressterapy” ovvero pressoterapia per gli occhi, dove, tramite una maschera, vado a fare un drenaggio e un massaggio nella zona perioculare.

Questo trattamento lavora soprattutto sul gonfiore degli occhi, facendo penetrare meglio tutti gli principi attivi contenuti nei prodotti; le sedute minime sono quattro, io consiglio il pacchetto di otto sedute più una di mantenimento al mese.

Non essendo un trattamento medico, è temporaneo e per questo è perfetto per chi non vuole sottoporsi a trattamenti più invasivi.

E invece quali sono i tuoi consigli make up?

MUA: Pablo Gil Cagnè

Per quanto riguarda il make up, nella zona oculare è fondamentale, dopo aver curato la pelle ed aver passato il primer, l’uso di correttori fluidi e non in stick o in pasticca, perché più asciutti e grassi/ corposi, questi infatti con la contrazione orbicolare non faranno altro che accentuare i difetti della pelle.

Applico il correttore nella zona interna, dove c’è la sacca lacrimale, picchiettandolo con il polpastrello, a sfumare verso l’angolo esterno, come se fosse un triangolino con la punta verso il basso. Dobbiamo andare oltre il contorno per evitare che ci sia uno stacco tra le diverse zone dell’occhio.

Dobbiamo poi fare attenzione al colore! Molti pensano che per combattere il colore scuro si debbano usare colori chiari, e invece no.

Mettendo il colore chiaro, vai a scurire il tono della pelle e non il suo colore. Dobbiamo giocare con la complementarietà dei colori, ovvero un colore che sovrapposto ad un altro elimina il colore stesso. Se ho un’occhiaia blu userò un colore albicocca\salmone, mentre se l’occhiaia è azzurra dovremmo scegliere il colore miele. Infine il color vaniglia per annullare l’occhiaia viola.

E per le labbra?

Per le labbra, il discorso è lo stesso: dopo aver utilizzato gli appositi patch e primer, userò la matita labbra per evitare la migrazione del rossetto nelle rughe, uscendo massimo di 1 mm dalle labbra.

Oltre a questo consiglio di preparare le labbra con un balm e applicare poi un rossetto opaco.

Se proprio si vuole usare un gloss, questo va applicato solo al centro del labbro inferiore.

Un altro segreto per non far migrare il rossetto è il “blotting”: prendo un clinex, lo spoglio, appoggio sulle labbra e tampono con un po’ di cipria. In questo modo il rossetto in eccesso viene assorbito dal panno, mentre la cipria, filtrando attraverso il clinex, fissa le componenti del rossetto, ovvero le cere che nel caso che dei nostri prodotti sono vegane e cruelty free.

Quali corsi make up consigli a tutti coloro che vogliono imparare a trattare l’invecchiamento della pelle?

Noi abbiamo corsi di self make up, per tutti coloro che vogliono imparare a truccarsi e sono alle prime armi. Mentre per chi ha più esperienza, consigliamo il corso specifico chiamato “Corso di trucco anti-age, camouflage e trucco sotto gli occhiali” che tengo insieme ad un chirurgo estetico.

Il corso si terrà il 12 e 13 febbraio 2023; mentre gli altri percorsi inizieranno il 23 e 24 ottobre 2022.

Invitiamo tutti i lettori di Fashion News Magazine a curiosare nel sito faceplace.it per avere qualche informazione in più ed iniziare un percorso che siamo sicuri possa rivoluzionare il modo in cui vi vedete.