“Non si tratta di essere qualcosa, ma di essere qualcuno” – A Milano Fashion Week, Kim Jones presenta la nuova collezione primavera/estate 24 di Fendi

0
75

Ora immaginate Kim Jones, direttore artistico di Fendi, che se ne va in giro con i suoi AirPods per le strade di Roma. Sembra stia solo passeggiando, ma in realtà la sua mente è pervasa da miliardi di informazioni e dati. Come nei migliori film di spionaggio, la sua vista fashion-radar individua le abitudini, le necessità e lo stile della donna italiana, canalizzando tutte le informazioni nel reparto creativo del suo cervello… dove sta plasmando la donna Fendi della primavera/estate 2024. 

Tutto ruota intorno al comfort, a quelle imperfezioni tutte umane che compongono la perfezione, l’unicità. Un mix di ultra-femminile e tailoring maschile perfettamente bilanciato nelle proporzioni e pensato per far risaltare la silhouette al meglio. Diciamolo: ci sentiamo davvero confident quando sappiamo di essere comode e non traballanti; quando abbiamo un abito che cade a pennello e non dobbiamo preoccuparci di tirare giù un orlo troppo corto. È questa l’essenza del lusso: la facilità. Si, perchè questi sono capi facili da indossare, pragmatici ma originali. Distinguersi, ma non dare troppo nell’occhio. 

I capi chiave della collezione PE 2024 firmata Fendi

La skort asimmetrica dal taglio sartoriale: indossare una mini skort è sempre un vantaggio. Muoversi liberamente senza paura di mostrare ciò che non dovrebbe essere mostrato. La versione di Fendi si ispira al pantalone sartoriale maschile, con una patta anteriore ripiegata e l’asimmetria a rendere il tutto ultra contemporaneo.

Fendi - skort - primavera estate 2024 Milano Fashion Week

Il pantalone carrot fit: anche questo capo rubato dal guardaroba maschile si fonde perfettamente al senso di femminilità espresso nella collezione. Un musthave per comporre qualsiasi outfit, da quelli giorno a quelli da cocktail, adatto praticamente a tutte le tipologie di fisico. È la perfetta base neutra che ci permette di giocare con qualche accessorio dai toni più estrosi come la borsa Peekaboo in una tinta forte.

Il minidress: attuale ma senza tempo. Il gioco di nodo e drappeggio trasforma un basic da guardaroba in un capo altamente sofisticato. Basta un solo dettaglio per rendere tutto più interessante.

Fendi - mini dress giallo Milano Fashion Week Primavera Estate 2024

La maxi camicia: lunga, lunghissima e portata un po’ sbottonata ed aperta sul decoltè. Se il look composto da camicia bianca e pantalone sartoriale ti è sempre sembrato noioso, adesso dovrai ricrederti. 

Fendi - maxi camicia bianca - completo sartoriale Milano Fashion Week

Il completo: blazer senza maniche e pantalone con un silhouette over e comoda. Una vera e propria divisa per le amanti dei tagli classici, da reinventare con la nota frizzante del motivo FF in colour block.

L’abito dal fit perfetto: valorizza la silhouette e slancia la figura. Questo è l’abito sinuoso che stavamo tutte cercando.

Nuova ossessione: la Flip bag

Oltre alla celebrazione della Baguette, la Peekaboo, la Origami e la First, Fendi porta in passerella una novità che sta già impazzando per i social. Parliamo della Flip Bag. Con un gioco di asimmetrie e colour-blocking, questa shopper si trasforma in una clutch. Un’alleata di stile che ti tiene compagnia dal giorno fino alla sera. L’abbiamo vista ed abbiamo già sentito il profumo di nuova it-bag. Del resto, tutte vogliamo acquistare una borsa, ma tornare a casa con due borse!

Elettra Nicotra