Fashion News Magazine- Madame Bovary

Di Denise Ubbriaco

Madame Bovary

Madame Bovary, parte prima capitolo IX, interpretata dalla voce di Sabina Macculli accompagnata dalla chitarra di Cesare Malfatti.

Dopo il successo dei Salotti dei Lettura di [acasa] per Bookcity, mercoledì 18 Dicembre, a partire dalle ore 19:00 in zona Porta Venezia (Milano), Madame Bovary, parte prima capitolo IX, sarà interpretata dalla splendida voce di Sabina Macculli, interprete versatile, accompagnata dalla chitarra del famoso Cesare Malfatti. Resterete impressionati dal talento del duo.

Come nasce la storia di Madame Bovary?

Madame Bovary è il quinto romanzo di Gustave Flaubert. Un romanzo ricco di intrecci narrativi, incentrato su una storia vera. L’autore  compose Madame Bovary in cinque anni, dal 1851 al ’56 e lo pubblicò, inizialmente, a puntate su la “Revue de Paris“, poi in volume nel 1857. Una volta pubblicato, il romanzo fu messo sotto inchiesta per “oltraggio alla morale”. Subito dopo l’assoluzione, divenne un bestseller e, ad oggi, è considerato uno dei primi esempi di romanzo realista. Il realismo flaubertiano mira alla verosomiglianza, ovvero a dare al lettore l’illusione della realtà.

L’intreccio del romanzo ruota tutto intorno alla figura della protagonista: Emma Rouault (sposata Bovary), figlia di un agiato proprietario terriero. Emma è l’archetipo della rivendicazione femminile della libertà. La donna tenta una grossolana politica di liberazione dalla schiavitù del ruolo femminile e questo disperato tentativo è stato, certamente, uno dei motivi per cui il libro ebbe tanto successo fra le lettrici del secolo scorso. Pagina dopo pagina, la Bovary cessa di esistere solamente nella finzione letteraria e si materializza fisicamente dinanzi al lettore. Precise descrizioni volte a far cogliere la realtà, evidenziando l’accuratezza con cui Flaubert, definito da molti “Cristo della letteratura”, sceglieva i dettagli.

Nel realizzare Madame Bovary, Flaubert si ispirò ad alcune vicende, realmente accadute, di una giovane donna di provincia, Delphine Delamare, del cui suicidio si parlò in un giornale locale. Una storia avvincente, ricca di suspance.

Per immergervi nell’atmosfera dell’epoca e assaporare le vicende narrate nel romanzo, non perdete l’appuntamento con Sabina Macculli e Cesare Malfatti.

17.12.2013

 

 

News

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine