Il fiore (vegano) della tradizione: Il carciofo alla Romana!

Ogni sabato su FNM una ricetta vegan delle ragazze di Blooming Taste Emotion
0
180

La scelta del carciofo è importante: che sia una mammola, un carciofo romano, dalla forma rotonda e le foglie non spinose! Se penso alla mia mamma, penso al carciofo alla romana. Fa strano, forse, perché poi in realtà è irlandese… ed a lei non piace tanto cucinare. Eppure, dopo 35 anni spesi nella sorridente e solare penisola, tra tanti piatti assaggiati ed amati, uno fra tutti le è davvero entrato dentro al cuore e sotto la pelle: sto parlando di quel FIORE tutto rustico, dal cuor gentile! Un piatto che l’ha conquistata a tal punto da poter affermare con certezza che il carciofo alla romana è forse la pietanza (una delle rare pietanze) che a lei davvero viene bene. Ho sempre pensato che nella semplicità di quello strano fiore intravedesse qualcosa della sua terra: quel verde amaro, così campestre; e quei pochi, elementari, ingredienti quali la menta, l’aglio, il sale, il pepe. Mi sono sempre immaginata come nella sua mente potesse riaffiorare quel passato genuino e contadino che sento in bocca e che mi parla di lei quando addento un suo carciofo alla romana! 

Ingredienti per preparare il carciofo alla Romana: 

  • Carciofi mammole 4
  • Menta o mentuccia 1 mazzetto
  • Aglio 1 spicchio
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio extravergine d’oliva 100 ml
  • Acqua 250 g
  • Limoni 1

Preparazione: 

Prima di tutto preparare una bacinella con dell’acqua e del limone per lavare le mani in modo da non farle annerire durante la preparazione dei carciofi. Togliere le foglie esterne con le mani e tagliare la parte esterna e finale del gambo. Con un coltellino eliminare la “barbetta” interna al cuore del fiore. Lasciarlo pulito nell’acqua acidulata ed in immersione mentre si prepara la farcia. Tritate aglio e menta, aggiungete sale e pepe. Scolate bene i carciofi e riempiteli con la farcia. Capovolgeteli con cura e trasferiteli in un tegame. A questo punto, ricoprire con dell’olio e dell’acqua fino ad inizio gambo. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco basso per 30 minuti circa! Tutta la tradizione in un piatto davvero semplice, tradizionale ma universale, semplice e genuino… ma sopratutto di stagione! Siamo intorno alle 70 kca a carciofo!  

Bon appetit!

A cura di Noreen Loiacono e Delfina Mingione