Premio LVMH 2020: Rivelati gli Otto Finalisti.

La selezione finale del Premio LVMH 2020 e' finalmente stata rivelata. Scopriamo chi sono i finaliasti e la giuria di addetti ai lavori.
0
275

Come le settimane della moda si susseguono di stagione in stagione, così anche i premi di moda. Archiviato l’International  Wollmark Prize 2020 , assegnato a Richard Malone, marzo è dedicato ai finalisti del premio LVMH.

Il premio LVMH

Istituito nel 2013, il premio LVMH premia designer sotto i 40 anni con all’attivo almeno due collezioni. A sostegno del vincitore il gruppo LVMH da un contributo di € 300.000 e un programma di sostegno per 12 mesi. Il progetto prevede aiuto nel campo della proprietà intelletuale, marketing, produzione e distribuzione. Inoltre il Premio Speciale della Giuria, rinominato Premio Karl Lagerfeld, è dato ad un giovane designer, con un premio di € 150.000 e un anno di sostegno. Ma vediamo chi sono i finalisti del premio LVMH 2020 e con quale criterio sono stati selezionati.

I finalisti:

  • Priya Ahluwalia AHLUWALIA. Regno Unito.
  • Charaf Tajer CASABLANCA. Francia.
  • Emma Chopova & Laura Lowena CHOPOVA LOWENA. Bulgaria-Regno Unito.
  • Nicholas Daley NICHOLAS DALEY. Regno Unito.
  • Peter Do PETER DO. America.
  • Sindiso Khumalo SINDISO KHUMALO. Sudafrica. 
  • Supriya Lele SUPRIYA LELE. Regno Unito.
  • Tomotoka Koizumi TOMO KOIZUMI. Giappone.

La sostenibilità

Un mix di nazionalità e di stili diversi ma con un elemento in comune. La sostenibilità del brand. Infatti, come sottolineato nella recensione della scorsa London Fashion Week, questa caratteristica non è tendenza ma anche ciò che il consumatore cerca e vuole. Il premio LVMH 2020 indica quindi come sia ormai diventata essenziale. Gli otto finalisti infatti, ognuno a suo modo e con il suo stile, fanno della sostenibilità un elemento del DNA del marchio. Ahluwalia, per esempio, utilizza tessuti vintage e fuori produzione, Sindiso Khumalo invece, stampa su abiti di cotone bio. 

Infine, c’e’ da sottolineare come il premio LVMH sia importante non solo per il premio in denaro. Infatti, in un settore competitivo come quella della moda di lusso, la disponibilità economica non è tutto. Bisogna sapersi destreggiare tra marketing e costi di produzione, oltre che a essere creativi e innovativi. Ultima novità è la giuria. Quest’anno sarà arricchita da Rihanna, che ha lanciato il suo marchio Fenty con il gruppo LVMH e Stella McCartney.