I peperoni al forno di #bimbieforchette – Ricette da fare in casa con i bimbi

La rubrica del direttore di FNM, Barbara Molinario, che a casa con la figlia Cecilia, ci propone ogni giorno una nuova ricetta da realizzare con i propri familiari #iorestoacasa
0
269

Sapevate che i peperoni contengono per quattro volte il quantitativo di vitamina C delle arance? Beh, un motivo in più per mangiarli!

Tipici della stagione calda, sono un ortaggio predominante nella dieta mediterranea. Protagonisti della classica peperonata o della caponata siciliana.

Per #bimbieforchette, il nostro direttore Barbara Molinario e la piccola Cecilia hanno deciso una preparazione semplice, in forno. Da condire con olio, sale, prezzemolo e aglio! Perché non provarli?

La ricetta dei peperoni al forno

Ingredienti:

peperoni (la quantità è a piacere)

Sale e olio q.b.

Prezzemolo fresco q.b.

Due spicchi d’aglio

Procedimento

Lavare bene i peperoni ed infornarli a 170 gradi per circa un’ora. Sfornare e lasciar intiepidire, quindi spellare e togliere tutti i semi. Condire i peperoni in una ciotola con sale, prezzemolo, aglio e olio abbondante. Si possono conservare in frigo per quattro giorni dentro un barattolo o contenitore per alimenti. Sono buonissimi anche freddi e si possono usare per farcire pizze o torte rustiche.

Scopri tutte le ricette di #bimbieforchette clicca qui!

#bimbieforchette

La nuova rubrica di Fashion News Magazine, #bimbieforchette , è stata ideata dal nostro direttore Barbara Molinario. A seguito della decisione di rendere tutta l’Italia zona rossa, abbiamo deciso di diffondere queste video ricette per dare uno spunto a genitori e bimbi che restano a casa da scuola e lavoro. Un’idea per divertirsi insieme e superare nel modo più creativo e divertente an0che un periodo difficile come questo. Il nostro direttore, in compagnia della figlia Cecilia, ci proporranno ogni giorno una diversa ricetta e qualche spunto di conversazione.

Il lato positivo:

Vogliamo concentrarci su ciò che di buono possiamo prendere da questa situazione drammatica e quasi “cinematografica” che stiamo, purtroppo, vivendo. Il lato positvo: passeremo più tempo con i nostri cari, ci dedicheremo a tutte quelle cose che non abbiamo il tempo di fare (come cucina, lettura, ascolto di buona musica, fai da te, pittura, artigianato, scrittura e tutte le attività creative che si possono fare in casa), ridurremo l’inquinamento atmosferico, rallenteremo con i ritmi frenetici della vita quotidiana e daremo un freno alle spese superflue della società del consumismo.

E chissà che questo non ci porti ad un’Italia più consapevole. Chissà che questo periodo nero non ci faccia poi riscoprire il valore di tutto ciò che ci è sempre sembrato scontato.