Il segreto per sopracciglia perfette: la nostra intervista a Pablo

Qualche domanda per entrare nel mondo del make-up e delle sopracciglia
0
131

Abbiamo avuto la possibilità di intervistare uno tra i più grandi Visagisti e Make-up Artist nel settore della moda e del beauty.

Pablo e la sua carriera

Pablo è il responsabile artistico della linea di trucco Gil Cagnè, nome ereditato dal famoso maestro del make-up del quale lo stesso Pablo è stato importante collaboratore.

 

Durante la sua carriera lavorativa ha truccato volti important. Tra questi quello di Monica Bellucci, Simona Ventura o Carmen Russo. Ha partecipato ad eventi come Miss Italia o Miss Mondo; oltre a questo è stato ospite di trasmissioni televisive tra cui Uno Mattina o TG2 Costume e Società.

 

Nel 2005 fonda il suo make-up Studio “Face Place”. All’interno del quale tiene dei corsi per formare i giovani aspiranti truccatori, insegnando loro i segreti della bellezza.

Nella nostra intervista abbiamo scelto di parlare di sopracciglia, in relazione soprattutto alla comunicazione non verbale ed ovviamente al make-up. Poche domande alle quali Pablo ha risposto con grande professionalità e dando consigli importantissimi.

Naso, occhi, bocca e gestualità sono aspetti di cui tenere conto nella comunicazione non verbale. Quando si parla di sopracciglia, quanto sono importanti nella lettura di un volto e quali sono le loro sfumature?

  Direi che il sopracciglio è fondamentale, un vero “balance” per il volto. E’ importante che la forma delle sopracciglia rispecchi quella del viso, la sua morfologia. Il lavoro del visagista è proprio questo, riuscire a trovare la giusta misura tra i due aspetti, tenendo conto anche del naso e degli occhi, anch’essi fondamentali. Con questo intendo dire che il visagista andrà a valorizzare il viso, non a correggerlo.

Ecco proprio a proposito di questo: si dice che le sopracciglia indichino che personalità si ha. Il mondo del make-up però può aiutare a migliorarle. A questo proposito, ha qualche consiglio?

  Assolutamente! Io consiglio sempre di fare una consulenza con un esperto, infatti noi visagisti ora veniamo chiamati anche “Brown-artist”. Prima di tutto è importante trovare matite o ombretti che vadano a richiamare in modo realistico e naturale il colore delle sopracciglia, che solitamente è sempre di un tono più chiaro rispetto a quello dei capelli. E’ molto importante rispettare la parte cromatica del sopracciglio, la loro “partenza” sarà più scura, mentre la loro “coda” più chiara. Si parla proprio di una tecnica “chiaro-scuro”, che riporta all’ormai famoso Contouring, che poi in realtà fu Leonardo Da Vinci ad introdurre questo uso dei colori, ecco!

 

E per quelle come me che non sono brave con il make-up?

  Mah, guarda, in generale è sempre meglio usare colori chiari come il beige, per quanto uno possa fare pasticci, in questo modo non si sbaglierà mai, non è difficilissimo. L’uso del colore lo è sicuramente di più, infatti conviene fare un test cromatico, per scoprire qual’ è la palette di colori che più ci sta bene. Sono cose che ora vanno molto di moda, ma credimi io lavoro da trent’anni in questo campo, ho iniziato nel ’93, e il primo libro su questo argomento, pensa, è stato scritto negli anni ’70. I primi studi sull’armocromia risalgono a inizio anni 30, con l’arrivo del cinema a colori.

Il volto spesso tradisce le parole: le è mai capitato di “smascherare” qualcuno proprio leggendo il suo corpo?

  Assolutamente si! Guarda… si dice che la testa mente, ma il corpo no! Soprattutto dopo tanti anni di esperienza, quando si siede davanti a me una donna struccata, è come per il dottore vederla nuda, come se si aprisse a me. Da parte del truccatore è importante farla sentire a suo agio, anche se tante volte il trucco può trasformarsi in una maschera; io nella mia carriera ho sempre cercato di far calzare a pennello il make-up, un po’ come un sarto, cucirlo addosso. Ecco perché io preferisco la consulenza rispetto al Viso Tutorial, dato che questi sono a volte applicabili solo a certi tipi di volti, anche perché il trucco, come nella moda, deve riflettere lo stile di chi lo indossa.

 

L’intervista a Pablo è sicuramente stata un’occasione importante per scoprire alcuni segreti del make-up e capire meglio come approcciarsi alle sopracciglia, una parte fondamentale nel nostro volto.

Ma adesso basta parlare, corriamo a comprare gli ombretti giusti!

a cura di Elisa Guazzini