fnm-janet-de-nardis-cuori-di-donna

Di Barbara Molinario

Cuori di Donna. Basterebbe questa frase per condividere un mondo. Cuori di donna è uno spettacolo, ideato da Janet de Nardis e dalla futura mamma Gloria Bellicchi, portato in scena da Donne; attrici, è vero, ma che hanno fatto vivere caratteri e situazioni di donne vere.

Di Cuori di Donna ci siamo occupati nell’esatto momento in cui mi hanno chiamato le intraprendenti Gloria e Janet, e mi hanno raccontato il progetto, che ho trovato fantastico.

In scena, presso la sala troppo poco sfruttata della Cappa Mazzoniana, all’interno della Stazione Termini, si sono alternate attrici, cantanti, ballerine, registe, scrittrici, autrici.. tutte insieme all’insegna della bandiera dell’Associazione Sursum Corda, a sostegno della fondazione Risorsa Donna.

Tosca d’Aquino, Manuela Morabito, Michela Andreozzi, Iaia Forte, Chiara Tomarelli, Lidia Vitale, Francesca Ceci e la stessa Janet de Nardis hanno interpretato donne diverse, ma tutte unite da un grande cuore.

Ecco alcune foto dello spettacolo con le loro interpreti.

  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • NextGen scrollGallery2 thumbnail
  • tosca-d-aquino-fnm
  • fnm-janet-de-nardis-e-la-barbie
  • fnm-janet-de-nardis-cuori-di-donna
  • fnm-iaia-forte-cuori-di-donna
  • fnm-francesca-ceci-cuori-di-donna
  • fnm-chiara-tomarelli-e-janet-de-nardis
  • fnm-chiara-tomarelli-cuori-di-donna
  • fnm-michela-andreozzi-cuori-di-donna
  • fnm-manuela-morabito-cuori-di-donna
  • fnm-lidia-vitale-cuori-di-donna

Il progetto, promosso da Grandi Stazioni, con il patrocinio di Roma Capitale, è stato fortemente voluto da Janet de Nardis e Gloria Bellicchi, ed io consiglio vivamente a tutti di non mancare, se vi capiterà l’occasione, di assistere a questo spettacolo così vero e sentito. Non posso fare a meno di parlare di due interventi, quello toccante di Chiara Tomarelli, che ha interpretato “Lory”, una storia scritta dalla stessa Tomarelli, che racconta lo stralcio di vita di una ragazza straniera, che, come tante, decide di trasferirsi in Italia per vivere una vita migliore, ma trova solo la strada, da percorrere vestita di poco e un protettore che la maltratta.. tutto per poter aiutare la numerosa famiglia in patria..

Splendida prova di Francesca Ceci, che ha interpretato “Il Provino”, scritto da Anna Mittone. La Ceci, che si sta facendo strada nei più grandi teatri italiani, al fianco di un mattatore come Gigi Proietti, è riuscita a portare in scena le nevrosi, le insicurezze e le ansie di una mamma moderna con due bimbi, in bilico tra la voglia di tornare a lavorare e l’esigenza, quasi fisica, di restare sempre disponibile al fianco dei propri figli. Compagno di scena un Gormito!

A presentare la serata ci ha pensato la splendida Rosaria Renna, il tutto ambientato nel bar di una stazione ferroviaria, nella quale echeggiava la splendida voce di Francesca Silvi e l’accompagnamento musicale delle Sparklettes, oltre alle performances di Manuela Zanier, Emanuela d’Alterio e Nela Lucic.

 

Foto Andrea Rubbo, Robberto Cimmini.

Barbara Molinario

Comments are closed.

Amatrice - Noi Ci Siamo - FashionNewsMagazine