Pif: “Il Testimone Vip” o Testimonial Vip? Meglio un pollo al curry!

0
1777

moreno amantini

 Di Moreno Amantini

Pif: “Il Testimone Vip” o Testimonial Vip? Meglio un pollo al curry!

Cari amici e care amiche di Fashion News Magazine ben trovati!

Prima di tutto lasciatemi ringraziare pubblicamente le centinaia di persone che continuano a scrivermi e a seguire le mie ricette ma soprattutto che giocano a rifarle.

Vorrei mandare un bacio a Caterina di Verona che mi ha scritto di aver  preparato il mio petto di pollo in crosta glassato al balsamico e di aver riscosso grande successo con i suoi figli che solitamente in cucina sono soliti bacchettarla! Mi fa veramente molto piacere. Un ultimo ringraziamento è per tutti coloro che, a seguito della mia partecipazione come ospite ad “Avanti un altro” con Paolo Bonolis, mi hanno scritto messaggi e saluti, dimostrandomi il loro affetto. Grazie, grazie e ancora grazie. Non smetterò mai di ringraziarvi.

Ma ora veniamo a noi. Questa settimana andiamo a bacchettare un personaggio che solitamente, in maniera del tutto ironica, attraverso i suoi servizi televisivi, bacchetta gli altri. O almeno ironizza su alcune situazioni. Si tratta di un personaggio che ha lavorato in tv come “Iena” e che ora è invece su MTV.

Da poco lo abbiamo visto anche in quel di Sanremo e l’estate scorsa ha debuttato come regista. Avete capito di chi sto parlando? Dell’ex iena Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto, classe ’72, palermitano doc. Solitamente siamo abituati a vederlo come conduttore- cameraman del suo programma “Il Testimone” in cui, racconta storie e spesso sottolinea ironicamente situazioni della nostra società che vanno un po’ oltre le righe, come nel caso de “Il Testimone Vip”. Emblematica la puntata dedicata a Flavio Briatore e alla vita in Costa Smeralda in cui il buon Pif, oltre ad ironizzare sul fatto che trattasi di vita troppo sfarzosa ed espansiva, ha raccolto una serie di interviste a giovani ragazzi che ambivano a fare quella vita e a vivere quel mondo e che avevano per Briatore e per tutti i frequentatori vip della Sardegna una sorta di ammirazione. Per chi non avesse visto la puntata lascio immaginare l’idea che Pif si è fatto di questi giovincelli! Insomma, non è che gli andassero troppo a genio e, forse, tutto quel mondo fatto di lustrini e paillettes ci ha fatto capire che è lontano da lui anni luce. Scelte. Condivisibili o meno ma pur sempre scelte.

A Febbraio però comincia a sorgermi qualche dubbio quando lo vedo ogni sera in quel di Sanremo regalarci la sua anteprima del Festival più gettonato della canzone italiana. Che si sia omologato allo star system nostrano? Ho pensato. No ma Pif è troppo anticonformista, troppo lontano da tutto questo. Poi qualche giorno fa la rivelazione: faccio zapping e me lo ritrovo testimonial della Tim! Uno spot creato ad hoc per lui, conforme al suo stile ma pur sempre uno spot. Testimonial come prima lo sono stati Belen, Fiorello e il cane Shonik. Testimonial come un vero e proprio personaggio del mondo dello spettacolo. Uno di quei tanti personaggi presi da Pif stesso elegantemente per i fondelli. Insomma, anche Pif mi è caduto nella trappola del mondo dello spettacolo. Anche Pif ha ceduto al Dio denaro? Già me lo vedo questa estate in giro per lo Stivale a fare ospitate per i locali più glamour delle spiagge nostrane. Già me lo vedo ospite al Billionaire dividere il tavolo con il buon Flavio e la Signora Elisabetta Gregoraci in Briatore. Brutto sogno o realtà? Pochi mesi all’estate per scoprirlo. Nel frattempo, dopo questa piccola bacchettata, ricordandogli uno dei 10 comandamenti: “non fare agli altri quel che non vuoi venga fatto a te”, gli dedico la mia ricetta di oggi.

Un bel pollo al curry con rucola e pomodori. Da servire sia caldo che fresco e rigorosamente con salsa al curry homemade. Ingredienti: 1 cucchiaio/10 gr farina, 20 gr margarina o burro, 4-5 cucchiaini di curry in polvere già pronto , 250 ml di latte totalmente scremato e freddo, 1 pizzico di sale, pollo, rucola e pomodori. Cuocete il pollo o alla griglia solo con sale o lessatelo. Come preferite. Fatelo freddare e tagliuzzatelo a bocconcini. Per la salsa: mettete in un pentolino insieme alla margarina e fatela sciogliere a fuoco lento.

Appena è sciolta versare la farina e i cucchiaini di curry. Tenete sempre la fiamma al minimo e incorporate la farina, il curry e la margarina schiacciando gli eventuali grumi che si possono formare. Continuate a mescolare per qualche minuto a fuoco sempre molto basso. Togliete il pentolino dal fuoco ed aggiungete il latte lentamente incorporandolo bene e annullando eventuali grumi. Se non riuscite ad annullare i grumi aiutatevi con un mixer a immersione. La salsa così risulterà densa e vellutata. Rimettete il pentolino sul fuoco a fiamma moderate e continuando a mescolare fate bollire. Quando bolle abbassate la fiamma e mescolate continuamente.

pollo al curry

La salsa al curry inizierà ad addensarsi. Quando raggiunge la giusta consistenza togliete dal fuoco. Inoltre quando la salsa sarà più fredda otterrete una maggiore densità.
Aggiungete un pizzico di sale e usate la salsa per condire il vostro pollo. Servite con rucola e pomodori. Il pollo al curry può essere servito freddo o anche caldo, riscaldandolo direttamente o su una padella o al forno per pochi minuti. Bon apetit! Dal mondo dei Vip e della cucina per il momento è tutto. Ci vediamo, anzi, ci leggiamo la prossima settimana! Mi raccomando, “Occhio al Vip e… leccatevi i baffi!”

 Per leggere tutti gli articoli della rubrica “Come ti cucino il Vip“, clicca qui.