Vladimir Luxuria e Roberto Ruberti del Grande Fratello. Gatta ci cova?

0
2448

Moreno Amantini Come ti cucino il Vip Fashion News Magazine (137)

Di Moreno Amantini

Scheletri nell’armadio del Grande Fratello. Spunta Vladimir Luxuria e tutto si fa hot!

Cari amici e care amiche di Fashion News Magazine ben trovati!

Questa settimana voglio deliziarvi con un pettegolezzo che, da quando è iniziata la tredicesima edizione del Grande Fratello, sta facendo il giro del web, e non solo! Pettegolezzo che vede protagonista un personaggio del tubo catodico da sempre molto discusso. Classe ’65, nativo di Foggia, all’anagrafe Wladimiro Guadagno, più noto come Wladimir Luxuria.  Autrice, scrittrice, attrice, presentatrice e opinionista tv. Deputata della XV legislatura durante il Governo Prodi e prima transgender ad essere eletta al parlamento di uno Stato europeo. Come saprete, da qualche settimana, la stravagante, eclettica e pungente Luxuria è approdata nello studio del Grande Fratello in veste di unica opinionista, spodestando i precedenti colleghi Manuela Arcuri e Cesare Cunaccia.

Sembrerebbe anche che la sua presenza e le sue “opinioni”, sempre pungenti e ironiche, abbiano aiutato il programma stesso a risalire la china degli ascolti iniziati in modo del tutto devastante. Del resto le “non opinioni” dell’Arcuri hanno contribuito molto ad annaffiare il bunker di Cinecittà! Diciamo che l’arrivo di Luxuria è stata una sorta di boccata d’aria fresca! Aria fresca anche per tutti i concorrenti ed in particolar modo per Roberto Ruberti che sembrerebbe conoscere molto bene la simpatica Wladimir!

Da quando Luxuria si è seduta sulla poltrona del Grande Fratello, le voci di una presunta e passata liaison tra i due hanno cominciato a circolare. Primo ad esporsi mediaticamente è stato Mister Gay Italia 2013, Giovanni Lichello, che a mezzo social, commentando la presenza di Ruberti nella casa, avrebbe messo la pulce nelle orecchie degli italiani, parlando della sua presunta omosessualità.  Roberto gay? E allora come la commentiamo la sua storia nata sotto lo sguardo indiscreto del Grande Fratello con Diletta Di Tanno?

Trattasi di una chiacchiera banale per il solito discorsetto del “farsi pubblicità” utilizzando un concorrente del Grande Fratello? Sembrerebbe così. Ma poi ecco spuntare un’altra dichiarazione. Questa volta a parlare è il modello e opinionista, lanciato da Piero Chiambretti, Roger Garth. Il modello avrebbe dichiarato che tra Luxuria e Ruberti ci sarebbe stata una storia ma che a Wladimir sia stato impedito di parlarne. A questo punto le voci sembrano essere un po’ troppo frequenti e, ad insinuar ancora di più il dubbio, ecco un bel colpo di scena in diretta. Nella scorsa puntata Wladimir Luxuria è entrata in casa e ha sussurrato qualcosa nell’orecchio di Roberto. Tutti incuriositi, compresa la Marcuzzi, di conoscere il contenuto di quel bisbiglio. Messa alle strette, Wladimir ha confessato di aver raccontato a Roberto di quanto stesse accadendo fuori dalla casa e delle presunti voci sulla loro conoscenza. Inoltre gli avrebbe chiesto di smentire. Insomma, la verità la sanno solo loro e sarà una loro scelta farci partecipi o meno di quanto sia accaduto in passato. Ruberti, interrogato in merito, ha confessato di avere una grande simpatia per Wladimir e di seguirla fin dai suoi esordi nei locali romani in cui si dilettava ad intrattenere le serate e le feste legate al nome di “Mucca Assassina”. Niente di più. Non ha mai avuto una relazione con Luxuria che, ci tiene a sottolineare, apprezza per la sua coerenza e per la sua libertà! E allora queste chiacchiere? Diciamo che … lasciano il tempo che trovano! Una cosa però vorrei sottolinearla: se nel 2014 stiamo ancora ad interrogarci se uno è gay o etero, stiamo veramente messi male! Capisco la curiosità di svelare un inciucio, qualora ci fosse, ma tutti questi soggetti che spuntano fuori come funghi, con dichiarazioni e commenti gratuiti, li trovo veramente fuori luogo e in cerca di pura visibilità. Vi do un consiglio: se volete finire su un giornale, provate a combinare qualcosa di decente nel mondo dello spettacolo, in modo da poter  incuriosire qualche giornalista che magari vi proporrà un’intervista. Se siete costretti a parlare di altri è forse perché di vostro, da dire, non avete niente. Ca va sans dire ….!

Quanto a Wladimir Luxuria e Roberto Ruberti non aggiungo altro tranne la mia ricetta di oggi che voglio dedicare proprio all’istrionica Luxuria. Visto che, a detta del pubblico femminile, Roberto Ruberti è un bel pezzo di manzo, prepariamo una ricetta a base di carne che mi ha insegnato una mia cara amica e che, in suo onore, ho ribattezzato,  “Spiedini alla Leila”!  Gli Ingredienti che ci occorrono sono: fettine scelte di manzo o vitella tagliate sottili, pan grattato, sale, pepe, prezzemolo, aglio, olio, origano, parmigiano grattugiato abbondante, del formaggio fresco tipo fontina o una banale caciotta a vostra piacimento. Per la preparazione vi occorreranno due ciotole. In  una mettete il  pan grattato, il sale, il pepe, il prezzemolo (tagliuzzato piccolo), un pizzico di origano, il parmigiano grattugiato abbondante, uno spicchio d’aglio tagliuzzato piccolo, piccolo. Nella seconda ciotola mettete olio a crudo.

Preparate le vostre fette di carne e passatele prima nella ciotola con l’olio e poi nella prima ciotola con tutti gli ingredienti. Al centro di ogni fettina inserite una fetta sottile di formaggio e chiudete a mo di involtino. Seguite questo procedimento per ogni fetta di carne e poi con un ferro da spiedo lungo infilzate insieme tutti gli involtini in modo da creare uno spiedino gigante. Cuocete in forno per 15 minuti a 200° massimo 240° ventilato (dipende dalla capacità di cottura del vostro forno!). Appena si saranno dorati saranno pronti. Prima di servirli spolverateli con prezzemolo fresco. Bon apetit! Dal mondo dei Vip e della cucina per il momento è tutto. Ci vediamo, anzi, ci leggiamo la prossima settimana! Mi raccomando, “Occhio al Vip e… leccatevi i baffi!”  

Spiedini di vitella1

Per leggere tutti gli articoli della rubrica “Come ti cucino il Vip“, clicca qui.