L’arte del ricevere: Food&Gift – Kelly@Home

0
1321

foodandgift_kellyevans

Di Kelly Evans

Food & Gift

Cosa regalare e cosa non secondo il Bon Ton!

Finalmente il Natale, questa bellissima festa che ci mette allegria e confort, fa capolino alla porta.

Oggi ho il piacere di parlarvi di FOOD & GIFT, raccontando cosa ci suggerisce il GALATEO pensando a Cibo e Regali

Quale è il MUST (cosa dobbiamo assolutamente fare) in fatto di regali se siamo invitati a pranzo? Cosa ci suggerisce il galateo?

L’ Arte del ricevere  ci suggerisce innanzitutto che il REGALO deve rispecchiare le caratteristiche della persona  che ci ha invitato; dobbiamo far si che la scelta rispetti le abitudini della famiglia o della persona che ci ha invitato.

Normalmente invece ci fermiamo davanti ad una vetrina e desideriamo di possedere quell’oggetto che riteniamo bellissimo tanto da regalarlo a chi amiamo, collezionando cosi un errore imperdonabile. Il regalo quindi DEVE essere pensato per chi lo riceve; si sarà cosi’   piu’ che sicuri di fare un pensiero di sicuro successo.

Ma il galateo ci suggerisce anche cosa non portare ad un pranzo al quale si è invitati.

Mantenendo bene in vista il mio argomento cardine, il Food, ve ne elenco alcuni, sperando di darvi un orientamento che possa aiutarvi nel ‘’piu’ ’’ delle situazioni. Evitiamo:

  • Un vino troppo “speciale”. Per quanto costoso rischierebbe di non combinarsi con le pietanze che saranno servite.

Si ad un prosecco , o ad un rosé da aperitivo o ad un liquore da dolce.

Il vino se non combacia con il cibo che verrà servito è un regalo errato ma soprattutto non onorabile come regalo stesso durante la cena che ci si sta accingendo a gustare.

  • Un regalo personale ….non si deve stupire per forza, e soprattutto non si lasciano in imbarazzo gli altri invitati.
  • Torte e Pasticcini
. Ad un pranzo non si porta il dessert; pasticcini e torte sono permessi solo se l’invito è decisamente informale, o se espressamente richiesti.

Questo perché si  rischia di “scombinare” il menù pensato dal padrone o dalla padrona di casa. Dovendo, in quel caso, i padroni di casa servire per educazione il dolce che avete portato, un suggerimento posso lasciarlo. Scegliete un prodotto di  una pasticceria famosa o di una firma STELLATA nel mondo dei Pastry Chef. Sarà’ cosi un regalo apprezzato; mantenetevi pero’ in tema di box per cioccolatini dal ripieno ricercato o panettoni realizzati in modo artigianale. Successo sicuro!!!

food & Gift  kelly evans

E ancora da evitare:

  • Un mazzo di fiori gigante. La padrona perderebbe tempo a trovare il vaso giusto, distogliendosi dal ruolo che ha quella sera.

e ancora…..

…….ad un invito si deve sempre rispondere con un regalo.

  • Mai portare NIENTE !!! Il bon ton dice che se non porti un pensiero sei per cosi’ dire tirchio, e l’esserlo non è affatto educato. L’etichetta dice che bisogna portare un regalo, sempre e se non lo abbiamo fatto…Possiamo rimediare?

Si, mandando un mazzo di fiori TASSATIVAMENTE il giorno dopo , e una volta imparata la lezione, al prossimo invito anticipate il vostro arrivo con un bel centrotavola (conoscendo ora la casa ) o un mazzo di fiori. La padrona di casa avrà cosi il piacere di esporre i vostri fiori e di onorare il vostro bel regalo.

Non mi resta che darvi appuntamento alla prossima!!!

Happy Baking!

Kelly

Scopri tutto il Natale di FNM CLICCA QUI