Pablo Gil Cagnè: tutte le curiosità sulla dermopigmentazione

Dermopigmentazione, cos’è? Ce lo spiega il noto visagista e make-up artist Pablo Gil Cagné
0
565
Dermopigmentazione, tecniche e consigli
Dermopigmentazione, tecniche e consigli

Pablo Gil cagnè, noto visagista e make-up artist, ha dato a Fashion News Magazine la possibilità di intervistarlo nuovamente. Questa volta il tema è quello della dermopigmentazione.

Sin dall’inizio Pablo ha voluto porre l’accento su un’importante differenza: quella fra tatuaggio/ trucco semipermanente o microblading e dermopigmentazione.

Nel caso del microblading, il disegno ha una durata più breve e viene eseguito manualmente: tanti piccoli aghi vanno a ricreare una punta simile a un bisturi. In questo modo saranno creati dei taglietti nei quali si inserirà il colore.

Nel secondo caso, invece, si utilizza un apparato elettronico, chiamato dermografo. In questo caso un piccolo ago, ovviamente sterile, andrà a incidere lo strato della giunzione dermoepidermica della pelle.

Qual è la principale funzione della dermopigmentazione per sopracciglia? E quali sono le diverse tecniche che la caratterizzano?

La dermopigmentazione ha il ruolo di migliorare l’estetica del volto. Anche qui si parla di visagismo: si vanno a modificare, infatti, occhi, labbra o sopracciglia a seconda della richiesta del cliente, seguendo le linee e le caratteristiche del volto.

La dermopigmentazione per incorniciare il volto

Io stesso cerco di consigliare una tecnica rispetto ad un’altra, a seconda del tipo di pelle o della forma del viso che ho davanti. Viene spesso modificata la morfologia del volto: ecco perché è necessario scegliere la linea, il modo e il colore più opportuno.

La richiesta più gettonata è sicuramente quella della dermopigmemtazione delle sopracciglia.

I peli che si trovano in esse tendono a diminuire nel tempo, soprattutto se già in passato, magari nel seguire determinate tendenze, sono state sfoltite.

Una volta tolti, quei peli possono non tornare. Ecco, allora, che la dermopigmentazione viene in nostro soccorso, per evitare matite messe erroneamente, con colori sbagliati e linee approssimative.

Vi sono tre diverse tecniche: il powder brows, l’effetto polvere, sfumato e leggero, perfetto per coloro che hanno già delle belle sopracciglia ma magari con vuoti tra un pelo e l’altro.

La tecnica pelo a pelo, molto richiesta, si divide a sua volta tra monodirezionale e iperrealistica o bidirezionale. Nel primo caso tutti i peli saranno indirizzati verso l’alto, nel secondo invece seguiranno la naturale crescita del pelo e quindi anche la loro direzione.

La prima tecnica è consigliata per chi he delle palpebre calanti.

C’è anche la possibilità di combinare il powder brows con la tecnica pelo a pelo, rispettando le naturali linee delle sopracciglia.

Tecniche di dermopigmentazione

Nel caso della dermopigmentazione delle ciglia invece?

In questo caso invece le tecniche sono ben quattro

infracigliare >> le ciglia vengono riempite senza che la forma dell’occhio venga modificata;

l’infraliner >> da’ un effetto naturale e disegna l’angolo esterno dell’occhio. 

l’eyeliner >> molto più segnato, dona un effetto più forte e marcato;

l’eyeliner sfumato >> naturale e adatto alle persone mature.

La dermopigmentazione è applicabile anche alle labbra?

Si, esatto.

In questo caso si può scegliere tra due tipologie di dermopigmentazione: contorno sfumato o effetto full lips: quest’ultimo non è adatto a chi, magari a causa del fumo, presenta pieghe nelle labbra.

In questo caso è preferibile l’effetto sfumato, a meno che prima non si vada a modificare le linee con del filler, che potrà stendere le pieghe e facilitare il tratto della dermopigmentazione.

Quali sono le cose da sapere prima di una seduta di dermopigmentazione? Le precauzioni di cui tener conto e i tempi da rispettare?

Anzitutto è sconsigliato alle donne in gravidanza, a chi soffre di diabete grave e per coloro che fanno uso di farmaci cardiodilatatori.

Tutti i pigmenti utilizzati sono certificati dall’Unione Europea e prima di procedere con la pigmentazione si effettuano dei test allergici per assicurarsi che non ci siano eventuali reazioni.

Saranno effettuate due sedute, dalla durata di un’ora circa, l’una a distanza di 40 giorni dall’altra.

La durata della colorazione varia dal colore scelto, dal tipo di pelle e dal rispetto o meno di accortezze che facilitano e assicurano una maggiore durata della dermopigmentazione.

Per esempio, si consiglia di eseguire le sedute nel periodo che va da settembre a giugno così da evitare che avvengano in piena estate, poichè il sole potrebbe danneggiare il lavoro eseguito.

È inoltre fondamentale curare la pelle con le apposite creme idratanti nei giorni della guarigione, che vanno dai 4 ai 7 giorni circa, ed evitare attività sportiva, saune o terme.

La manutenzione del cliente è la chiave perché il lavoro eseguito duri più tempo possibile.

Se si presta attenzione le due sedute iniziali possono arrivare a durare quasi un anno, in caso contrario avrà una durata circa di 6-8 mesi.

Parliamo adesso di oncoestetica, a te molto cara. Quanto è richiesta la dermopigmentazione tra i pazienti oncologici?

Nella oncoestetica, la dermopigmentazione è molto richiesta.

Grazie a questa, le clienti possono ricorrere alla colorazione delle ciglia, prima o dopo la caduta dei peli sopraccigliari, causata dalla chemioterapia.

Disegnare i peli ancor prima che cadano è spesso un modo per alleviare il trauma che la loro scomparsa può causare.

È un sostegno a tutti coloro che si trovano ad affrontare queste malattie; a volte anche vedersi più belle/ i  può strappare un sorriso a chi sta combattendo questi mali.

Tutto viene fatto in collaborazione e con il permesso dell’oncologo, soprattutto perché il sistema immunitario di questi pazienti è gravemente debilitato.

Adesso che avete tutte le informazioni utili, non vi resta che farvi coraggio e prenotare un appuntamento da Pablo Gil Cagné.

È fondamentale affidarsi agli esperti del settore! Solo in questo modo è possibile evitare sorprese poco gradite e lavori fatti male. E di Pablo noi sappiamo di poterci fidare al 100%.